Social World Film Festival 2019 con Stefano Accorsi e Abel Ferrara

Con Stefano Accorsi come padrino e Abel Ferrara presidente di giuria, già insignito del premio alla Carriera (qui il nostro videoincontro con Abel Ferrara), si apre sabato 27 luglio a Vico Equense, nel napoletano, il Social World Film Festival 2019 sempre diretto dal regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo e presentato da Roberta Scardola (a fine articolo la nostra videointervista a Roberta Scardola), che quest’anno ha come sottotitolo: Viaggio: esplorazione, itinerario, evasione. Viaggio “inteso anche come speranza – dice Nuzzo – per cui dedicheremo un focus all’immigrazione, affinché il pubblico del social possa confrontarsi sui temi di scottante attualità”. 500 le opere selezionate, tutte a sfondo e a tema sociale, in arrivo da 60 nazioni di tutto il mondo tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e audiovisivi, che saranno presentate in concorso e non, 72 delle quali in anteprima, per una non stop dalle 10 del mattino a tarda sera. Sezioni speciali accolgono quelle in virtual reality, in verticale e girate con gli smartphone.

Una nona edizione più che ricca che fino al 4 agosto vedrà tra gli ospiti Monica Guerritore, Lorenzo Richelmy, Ivana Lotito, Valentina Romani e Itziar Ituno, l’attrice spagnola che ha conquistato popolarità anche in Italia grazie al suo ruolo dell’ispettore di polizia Raquel Murillo nella serie Netflix La casa di carta appena resa disponibile per intero. Non mancheranno infatti i focus sulle serie televisive più “cinematografiche”e “sociali” come L’Amica Geniale (lunedì 29 luglio) serie firmata Hbo e Rai, alla presenza del cast: Ludovica Nasti, Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, Antonio Buonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitolo e Gennaro De Stefano; La compagnia del cigno (mercoledì 31 luglio), serie di Rai1 firmata da Ivan Cotroneo accompagnata al Festival dagli interpreti Emanuele Misuraca, Leonardo Mazzarotto, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora; Gomorra (venerdì 2 agosto), la serie cult targata Sky, presenti gli interpreti Gina Amarante (Maria) e Gianni Parisi (Gerlando).

E se la locandina del Social World Film Festival 2019 vede la faccia sorridente di Vittorio De Sica, molto legato alla Penisola Sorrentina, cui sono dedicati una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica, la rassegna dedica omaggi ad altri due grandi cineasti recentemente scomparsi come Franco Zeffirelli e Bernardo Bertolucci.

Tanti i premiati: a Lorenzo Richelmy il riconoscimento del Social World Film Festival 2019 come attore rivelazione dell’anno per le sue interpretazioni in Ride di Jacopo Rondinelli, Una vita spericolata di Marco Ponti e Dolceroma di Fabio Resinaro; a Simona Tabasco (Fuoriclasse, I bastardi di Pizzofalcone) quello come attrice rivelazione dell’anno. Premio alla carriera a Corinne Clery e premio alla musica sociale Paolo Serretiello ai Bowland, gruppo rivelazione dell’ultima edizione di X Factor. Tutti gli ospiti d’onore firmeranno il Wall of Fame come già hanno fatto nelle precedenti edizioni Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Michele Placido, Stefania Sandrelli, Katherine Kelly Lang, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta.

Il Social World Film Festival 2019 apre i battenti sabato 27 luglio con la Grande Orchestra Italiana di Fiati composta da 65 elementi che regala al pubblico un medley di colonne sonore protagoniste della storia del cinema, anteprima del galà d’apertura che si terrà domenica 28 luglio con il padrino Stefano Accorsi e la proiezione del film Camorra di Francesco Patierno, per chiudere sabato 3 agosto con il gran galà di premiazione e il red carpet con tutti gli autori in concorso e i componenti delle giurie, compreso Abel Ferrara. E per il quarto anno consecutivo torna il Mercato europeo del cinema giovane, Young Film Market, che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovani autori. Tutto sul Social World Film Festival 2019 su https://www.socialfestival.com/it/ Ed ecco come ce ne ha parlato in conferenza stampa il direttore artistico Giuseppe Alessio Nuzzo e la nostra videointervista alla conduttrice Roberta Scardola: