Ortigia Film Festival 2020 apre con Maternal, poi Favolacce e Il Delitto Mattarella

Sarà Maternal, opera prima di Maura Delpero, ad aprire ufficialmente la 12esima edizione di Ortigia Film Festival 2020 al via martedì 18 agosto sull’isola di Siracusa. Maternal è ambientato a Buenos Aires e racconta di tre donne che si ritrovano in un centro religioso italo argentino per ragazze madri, una delle quali è interpretata da Lidiya Liberman, che, presente all’OFF12, al termine della proiezione incontrerà il pubblico. Ad inaugurare il Festival cinematografico internazionale Barbara Tabita, madrina della kermesse, che presenterà la serata di apertura assieme a Alberto Gimignani e Steve Della Casa. 

5 in tutto i lungometraggi in concorso: oltre a Maternal troviamo Si muore solo da vivi, opera prima d Alberto Rizzi, Nevia di Nunzia De Stefano, il pluripremiato Favolacce di Fabio e Damiano D’Innocenzo e D.N.A. – Decisamente non Adatti, primo film da registi di Lillo e Greg che lo interpretano anche assieme a Anna Foglietta.

Il concorso internazionale Documentari di Ortigia Film Festival 2020 sarà inaugurato con l’anteprima regionale di Because my body diretto da Francesco Cannavà che punta l’attenzione sul rapporto fra disabilità e sessualità, tema tutt’oggi controverso di cui parlerà lo stesso regista al termine della visione.

Tornano inoltre sezioni non competitive e collaterali come Cinema Women che apre con l’anteprima regionale dell’israeliano Mrs. G di Dalit Kimor a raccontare della creatrice e fondatrice dell’impero dei costumi da bagno Gottex; a seguire il sudafricano Far from the castle di Julia Jansch in anteprima nazionale, un racconto d’acqua, amore e divinità. E ancora Cinema&Moda che apre con House of Cardin di P. David Ebersole e Todd Hughes (Usa/Francia) in anteprima regionale; Cinema Doc che inizia il 19 agosto con Life as a B-MOVIE: Piero Vivarelli diretto da Niccolò Vivarelli e Fabrizio Laurenti, docufilm presentato in anteprima regionale dai due registi, ospiti a Ortigia, sulla vita e la filmografia di Piero Vivarelli, regista di B-Movies italiani di tutti i generi, paroliere di successi musicali, tra cui 24mila baci di Adriano Celentano, e sceneggiatore dello Spaghetti Western Django.

Ortigia Film Festival chiuderà il 23 agosto con Il Delitto Mattarella di Aurelio Grimaldi, evento speciale fuori concorso.

Presidente di Giuria del Concorso Lungometraggi, Opere prime e seconde italiane e del Concorso Cortometraggi l’attrice Galatea Ranzi, con lei in giuria Andrea Carpenzano (La terra dell’abbastanza, Il Campione) e Daniele Pecci. Guida invece la giuria del Concorso Documentari, composta dagli allievi della sede siciliana della Scuola Nazionale di Cinema, Pierfrancesco Li Donni, Presidente e tutor didattico del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia sede Sicilia e regista di Loro di Napoli. Il programma completo e il calendario di Ortigia Film Festival 2020 su www.ortigiafilmfestival.it