Nastri d’Argento 2018, videointerviste sul blu carpet del Maxxi di Roma

Grande festa ieri sera al MAXXI di Roma per una sorta di anteprima dei Nastri d’Argento 2018 che saranno consegnati il 30 giugno a Taormina e durante la quale sono state ufficialmente annunciate le candidature e consegnati i Nastri eccellenti di quest’anno, assegnati dal Direttivo del Sindacato Giornalisti Cinematografici. Un Paolo Taviani commosso ha ricevuto il Nastro speciale per Una questione privata, anche in omaggio al fratello Vittorio. Mentre a Gigi Proietti è stato consegnato il Nastro d’Argento alla carriera in occasione del suo ritorno al cinema con Il Premio, direttamente dalle mani del regista e coprotagonista Alessandro Gassmann. Ecco il nostro videoincontro con Gigi Proietti poco prima della consegna del Nastro alla carriera e il suo commento a caldo alla premiazione sul palco del Maxxi:

 

 

 

 

 

 

Sul blu carpet del Maxxi di Roma hanno sfilato anche tantissimi candidati ai Nastri d’Argento 2018, a cominciare da Marcello Fonte e Edoardo Pesce in lizza come migliori attori protagonisti di Dogman di Matteo Garrone, uno dei film con più candidature, ecco le nostre videointerviste a Marcello Fonte e Edoardo Pesce:

 

 

 

 

 

 

Ma tantissimi altri i candidati ai Nastri d’Argento 2018 che abbiamo incontrato sul blue carpet del Maxxi di Roma, di seguito dunque il nostro resoconto video con le videointerviste a Elena Sofia Ricci, Serena Rossi, Paola Cortellesi, Edoardo Leo, Matilda De Angelis, Claudia Gerini, Carolina Crescentini, Luisa Ranieri, Thomas Trabacchi, Lucia Mascino, Peppe Barra, la regista di Nico, 1988 Susanna Nicchiarelli e Anna Foglietta, con due candidature per due film, Il Premio e Il Contagio:

 

 

 

 

 

 

Consegnati nella serata romana anche i Nastri d’Argento 2018 tecnici: quello per la miglior fotografia a Gian Filippo Corticelli per Napoli velata, prer la miglior scenografia a Dimitri Capuani per Dogman, per i costumi a Nicoletta Taranta per Agadah e A Ciambra, per il montaggio ex equo a Walter Fasano per Chiamami col tuo nome e a Marco Spoletini per Dogman, e per il miglior sonoro in presa diretta a Maricetta Lombardo per Dogman e L’intrusa. Consegnati anche il Nastro d’argento a Gatta cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone “per la qualità, l’innovazione e il coraggio produttivo”; all’intero cast di A casa tutti bene di Gabriele Muccino; agli esordienti dell’anno, ovvero i premi Guglielmo Biraghi, che sono andati agli attori Euridice Axen per Loro di Paolo Sorrentino, a Guglielmo Poggi per Il tuttofare e ad Andrea Lattanzi per Manuel; i Nastri internazionali a Vittorio Storaro per La ruota delle meraviglie di Woody Allen e a Paolo Virzì per Ella &John The Leisure seeker; quello al miglior casting director a Francesco Vedovati per Dogman; il Nastro Argentovivo cinema&ragazzi a Gabriele Salvatores per Il ragazzo invisibile Seconda Generazione e il Nastro d’Argento della legalità al film per la TV di Daniele Vicari Prima che la notte sulla vita del giornalista Giuseppe Fava assassinato dalla mafia, premio che nasce in collaborazione con il Trame Festival diretto da Gaetano Savatteri. A ritirarlo, con i produttori Rai Fiction e, per IIF, Paola e Fulvio Lucisano, il protagonista Fabrizio Gifuni che abbiamo incontrato poco prima sul blu carpet: