DC League of Super Pets: videointervista a Lillo e Maccio Capatonda

Sul grande schermo non si erano mai visti, eppure sui fumetti della DC Comics appaiono già dagli anni Cinquanta… parliamo dei cani di Superman e Batman, ovvero di Krypto il Supercane – prima comparsa su carta a marzo 1955 – e di Asso il bat-cane, arrivato poco dopo: il primo aveva seguito Superman ancora bambino quando il padre lo lanciò sulla terra con un’astronave dal pianeta Krypto a pochi istanti dalla sua esplosione; il secondo salvato dall’annegamento da Batman e Robin che lo tennero con loro a Gotham.

E adesso eccoli finalmente a recuperare meritata gloria in DC League of Super Pets, il divertentissimo film d’animazione diretto da Jared Stern, al cinema da giovedì primo settembre. E se nella versione originale a dar voce ai due super pelosi sono rispettivamente Dwayne Johnson – che è anche produttore del film con la sua Seven Bucks – e Kevin Hart, che hanno già condiviso set cinematografici come quelli di Jumanji Benvenuti nella giungla e Fast and Furious Hobbs & Shaw, in quella italiana Krypto e Asso hanno le voci di Lillo e Maccio Capatonda. Anche loro hanno condiviso un set, quello di Lol Chi ride è fuori su Prime Video, ed entrambi hanno alle spalle più di un’esperienza al leggìo.

DC League of Super Pets comincia proprio da quel drammatico momento in cui il piccolo Kal El, nonché futuro Clark Kent nonché futuro Superman, viene lanciato nello spazio e con lui – modificando un po’ la storia originale – il cucciolo Kripto. Cresciuti insieme e condividendo ogni cosa, dalla casa ai pop corn e alla TV fino alle imprese più supereroiche, quando, come spesso accade anche agli umani, nella vita di Superman arriva una donna, per Kripto condividere con lei l’amore del suo amico fraterno non è così facile e il loro rapporto inizia a scricchiolare… I cani sono molto gelosi, sappiatelo… Ma altrettando fedeli e capaci di un amore incondizionato e immutabile. Infatti non appena Superman si troverà in pericolo, Kripto volerà in suo aiuto, sfidando una cavia spelata e impazzita diventata superpotentissima e Il suo esercito di piccole e grandi super mostruosità per salvare Il suo umano, e l’intera Justice League, anche a costo della vita.

Ma non da solo. Nel rifugio dal quale la cavia assassina è fuggita, Kripto ha conosciuto Asso, un segugio saggio e disilluso abbandonato dalla sua famiglia che tanto amava per un equivoco in cui spesso cadono tantissimi umani. Il primo incontro tra i due cani in realtà non va benissimo, ma di lì a poco diventano così amici da rischiare la vita l’uno per l’altro.

Anche Kripto e Asso metteranno su una bella squadra, per così dire, multirazziale di cui fanno parte PB l’insicura maialina, Merton la tartaruga ipovedente e audace, e Chip lo scoiattolo timoroso, tutti alle prese con i loro nuovi superpoteri, ma soprattutto con le loro insucurezze, le loro paure, i loro limiti.

Amicizia e lealtà i temi di DC League of Super Pets con più di uno spunto per riflettere sul rapporto uomo animale, schierandosi ovviamente dalla parte di quest’ultimo: dalla troppa rapidità con cui spesso si rinuncia a un cane giudicando senza comprendere né sapere e a volte senza neanche tantare di farlo, fino alle conseguenze di pratiche così crudeli e mostruose come la sperimentazione animale. Ma soprattutto ci racconta come i superpoteri non sono poi così necessari se siamo spinti dall’amore e dalla passione…

DC League of Super Pets, al cinema da giovedì primo settembre, è stato presentato in anteprima ieri sera al Floating Theatre Summer Fest  alla presenza di tanti ospiti, tra cui Ninna e Matti che abbiamo videointervistato. Lillo e Maccio Capatonda hanno introdotto il film al pubblico, e noi li abbiamo anche videointervistati:

Le foto sono di Angelo Costanzo