Asylum Fantastic Fest apre con Pop Black Posta in anteprima mondiale, videointervista

Mai fatto lunghe file alla posta? Mai sentiti sull’orlo di una crisi di follia pura all’ennesimo scatto del “numeretto” che, lo avete calcolato, scatta più o meno ogni venti minuti e davanti al vostro ce ne sono almeno due dozzine? Più che ai vostri compagni di sventura e di coda, tenete però d’occhio le impiegate, come Alessia, che di punto in bianco decide di prendere in ostaggio ben cinque persone costringendole a confessare i propri crimini (o peccati?) trasformando una noiosa mattinata di una piccola città di provincia in un incubo senza fine.  Benvenuti a Pop Black Posta di Marco Pollini, film d’apertura, in anteprima mondiale, della prima edizione dell’Asylum Fantasic Fest che si inaugura giovedì 9 maggio a Valmontone (Roma), un Festival, artisticamente diretto da Claudio Miani, completamente dedicato alla cultura horror che punta a fama europea e che abbraccia letteratura, musica, arti performative, fumetto, animazione e contest live. L’obiettivo è di ampliare la visibilità di un genere ritenuto ancora oggi di nicchia, quello della creatività horror e fantasy che si rivela invece molto vicino, e sempre di più, sia per forme che contenuti, ai nuovi linguaggi. E anche di accendere la curiosità, e quindi la ricerca, di nuove tendenze, e di offrire occasioni di collaborazione tra giovani artisti italiani e internazionali attraverso gli incontri in programma.

Quattro giorni dunque all’insegna del surreale e dell’ horror con l’Asylum Fantasic Fest dal 9 al 12 maggio tra Palazzo Doria Pamphilj e Piazza Umberto Pilozzi, in compagnia di ospiti premiati con l’Asylum alla Carriera come Pupi Avati (per il cinema) che terrà un incontro intitolato Il signor Diavolo. Viaggio nel cinema di genere; Sergio Stivaletti (per gli effetti speciali) protagonista di L’effetto speciale, tra realtà e finzione e ad accompoagnare il suoi film da regista Rabbia furiosa ispirato al delitto del Canaro avvenuto a Roma nel 1988 (presto la nostra videointervista); Ramsey Campbell (per la Letteratura) che presenterà la novella inedita Getting Through (ed. Asylm Press Editor); Luciano Tovoli (per la fotografia) e Marco Werba (per la musica) che terrà un concerto per pianoforte dal titolo Night Horror Music; oltre ad Alessandro Haber che presenterà lo spettacolo Haberramente Haber, Lamberto Bava animatore di Mario, Lamberto e il cinema di genere; Marco Pollini e parte del cast del già citato Pop Black Posta, quindi Antonia Truppo, per la prima volta nel ruolo di una psicopatica, Denny Mendez, Stefano Ambrogi, Enzo Garramone e Annalisa Favetti (la videointervista assieme al regista a fine articolo) con la masterclass Per un cinema non buonista; e Simone Scardecchia e Paolo Pulcini del G.LA.P. (Gruppo Investigativo Attività Paranormali) con una lezione su Fantasmi – tra mito e realtà. 

Mostre come La Paura come Arte raffigurata da 53 Artisti Internazionali, 30 anni di Splatter! a celebrare la rivista omonima, e La paura su Carta a raccontare il Cinema di genere attraverso i suoi manifesti originali. Un salotto per chiacchierare con lo zombie Zio Aigor. E ancora giochi, dimostrazioni di trucco horror, e proiezioni di film: da I piccoli Maghi di Oz fuori concorso, in matinée per le scuole in occasione dell’ottantesimo anniversario de Il Mago di Oz a The End? L’inferno fuori con Alessandro Roja alla presenza del regista Daniele Misischia, il co- sceneggiatore e autore delle musiche Cristiano Ciccotti e l’attore Claudio Camilli, tutti protagonisti dell’incontro su L’importanza del Cinema Indipendente. E poi il cinema di Michele Soavi sapientemente raccontato dal regista Claudio Lattanzi in un documentario su storie e sensazioni e i 16 cortometraggi finalisti. Tra gli spettacoli teatrali dell’Asylum Fantasic Fest, Aperitivo con Insetti, liberamente ispirato a Stefano Benni con musica live, ideato dalla Compagnia X-Pression per la Regia di Christine Hamp.

E poi Asylum in Wonderland – Comics Carnival per incontrare artisti del fumetto come John McCrea (Hitman, Judge Dredd, Spider-Man, Batman), Yoshiko Watanabe (Kimba il leone bianco, Astroboy, Bem), Paolo Di Orazio (Splatter, Debbi la strana), Mauro Laurenti (Zagor, Dampyr, Tex), Flaviano Armentaro (I Am Groot, Thanos, Dylan Dog, John Doe), Mauro “Manthomex” Antonini (PiccionCinema), Michela Da Sacco (Nathan Never, Odessa), Francesca Da Sacco (Monsters, Bambole di Carne), Fabio Ramacci (Nuvole Nere, The Noise), Michela Cacciatore (Lunarossa, Alice Dark, Lanciostory), Paolo D’Onofrio (Nosferatu), Giandomenico D’Amoja (Millenium Kharma), Giampiero Wallnofer (ESP, Le Storie, Sprayliz), Ugo Verdi (2700. Legs Weaver, Road to Armageddon), Rossana Berretta (Balthazar L’Implacabile, Bang! The Duel), Cristina Fabris (Fetish, Anna Lynch), e gli sceneggisatori Giancarlo Marzano (Dylan Dog), Alessandro Sidori (Balthazar L’Implacabile) e Paolo Buscaglino Strambio “Pabus” (Giganti d’acciaio, Road to Armageddon). Ed ecco la nostra videointervista a Marco Pollini e Annalisa Favetti, regista e coprotagonista di Pop Black Posta: