Asylum Fantastic Fest 2020, in doppia edizione: videointerviste

L’Asylum Fantastic Fest torna e raddoppia, alla faccia del Covid, non senza tutte le dovute precauzioni anti contagio, si intende, e con molti eventi trasmessi anche in diretta streaming. Perché “gli eventi culturali contribuiscono a combattere la paura e ad educare ad un nuovo e corretto stile di vita – dice il direttore artistico Claudio MianiNon è mai un’idea sconsiderata puntare sulla Cultura per ricominciare dopo un periodo di crisi. Lo scorso anno la prima edizione dell’Asylum Fantastic Fest fu un grande successo: arrivarono a Valmontone pubblico da ogni parte d’Italia e personaggi di spessore, invogliati da una proposta artistica di assoluto rilievo ed esclusività; quest’anno le cose, inevitabilmente, cambieranno. Due di quegli ingredienti però – i personaggi di spessore e la proposta artistica – non solo ci sono sempre, ma sono fortemente ampliate. Purtroppo, per ovvi motivi, non potremo contare sul grande pubblico. Ma mai come in questa occasione non conteranno i numeri. Conta, invece, la volontà di tutti noi di dare un segnale forte di normalità, pur con tutte le precauzioni del caso, di tornare alla socialità e di non interrompere un percorso intrapreso un anno fa, quando si decise di organizzare un evento puntando su un genere di nicchia per caratterizzarlo rispetto all’offerta del territorio e realizzare uno dei principali Festival d’Arte del Fantastico italiani. Siamo qui e siamo fieri di esserci assieme a tutti coloro che hanno fortemente voluto questa Seconda Edizione, pianificata in origine a maggio 2020 e posticipata per evidenti motivi in un duplice impegno tra ottobre e novembre”.

Due edizioni speciali dunque per questo Asylum Fantastic Fest 2020:  la Halloween Edition dal 28 ottobre al 1° novembre a Valmontone Outlet, e la Second Edition dal 6 all’8 novembre a Palazzo Doria Pamphilj di Valmontone, più ricche che mai con un allargamento dal fantastico – che resta comunque primario – ad altri generi, per raccontare arte, cultura e pure divertimento a 360 gradi, coniugando cinema, arti visive e performative, musica, letteratura, animazione, fumetto e game. Non mancheranno esposizioni pittoriche e fotografiche, come la mostra Silent Scream con dieci tavole originali di Renato Florindi, con tavole tematiche di Niccolò Ratto, dedicate al cinema horror al tempo del muto, e URBEX Il fantastico mondo dell’abbandono del fotografo Giovanni Rossi Filangieri; così come gli appuntamenti letterari con autori del genere noir, thriller e fantasy, retrospettive cinematografiche e incontri con registi e attori. Senza dimenticare le proiezioni in modalità silent movie, film a fruizione individuale in una nuova forma studiata proprio per l’emergenza sanitaria, con la quale si potrà ad esempio vedere Rabbia furiosa di Sergio Stivaletti. Tra gli eventi esperienziali citiamo l’Escape Room Experience su Harry Potter e Stranger Things per immergersi nell’atmosfera di Hogwarth; e per gli appassionati di gaming e realtà virtuale, l’incontro con i Tarabakti Games che presenteranno il nuovo gioco Aigor Zombie Unchained!. Per i bambini ci sarà anche il make up Halloween a tema fantasy horror.

Ad aprire il ricco parterre di ospiti dell’Halloween Edition dell’Asylum Fantastic Fest 2020 sarà Marco Bellocchio cui il Festival consegnerà il Premio alla Carriera. A seguire Pupi Avati cui Asylum Press ha dedicato il libro La terra del Diavolo, così come ad Ascanio Celestini: intitolato quest’ultimo Una storia di periferia, sarà presentato dallo stesso Celestini che incontrerà il pubblico e che peraltro domenica 11 ottobre troveremo a Valle Galeria, a Roma, con uno spettacolo a sostegno della battaglia contro una nuova discarica. Sempre in ambito letterario, Grazia di Michele presenterà  il suo primo romanzo dal titolo Apollonia (Castelvecchi, 2019) e regalerà al pubblico un live acustico. Per la rassegna cinematografica Rotte clandestine curata dalla giornalista e critica cinematografica Mariangela Sansone, troviamo tra gli altri Caleb, ultima fatica di Roberto D’Antona presente al Festivalcon l’attrice Annamaria Lorusso; Stomach di Alex Visani che lo accompagna con l’attrice Ingrid Monacelli e che si potrà vedere anche in modalità Silent cinema; Ancora pochi passi di Pupi Oggiano che incontrerà il pubblico con gli sceneggiatori; e una retrospettiva tutta dedicata a Claudio Caligari.

Ad inaugurare invece l’altrettanto ricca carrellata di ospiti della Second Edition dell’Asylum Fantastic Fest 2020 sarà Giobbe Covatta chiamato a parlare del libro Giobbe Covatta Un Bianco in Nero a cura di Claudio Miani e Gian Lorenzo Masedu (Asylum Press) con l’intervento di Amref. A seguire Maurizio Nichetti con tanto di retrospettiva dei suoi film di successo e anche per lui un libro dedicato da commentare, firmato dagli stessi autori, lo stesso per Neri Marcorè con Un uomo civile. Chiusura in bellezza con Federico Zampaglione che riceverà l’Asylum Lord Of Terror 2020, Dario Argento, e Claudio Simonetti, fondatore dei Goblin, con un concerto delle musiche che assieme al suo gruppo ha realizzato per i film del maestro dell’horror; e una live painting performance del tatuatore Welt. Per il cinema l’attesissimo Creators The Past di Piergiuseppe Zaia, in sala dall’8 ottobre, che sarà accompagnato dalla protagonista femminile Jennifer Mischiati; The Nest Il Nido di Roberto De Feo che accompagnerà il suo film; la retrospettiva su Pupi Avati; I miei sogni in pellicola di Antonio Bido. Per il programma completo https://asylumfantasticfest.com/ L’ingresso ad entrambe le edizione dell’Asylum Fantastic Fest è gratuito ma occorre prenotarsi via mail scrivendo a asylumfantasticfest@gmail.com. Le nostre videointerviste a Giobbe Covatta, Claudio Simonetti e Ascanio Celestini: