Adriano Giannini miglior voce maschile al GP del Doppiaggio per Joker: videointervista

Ancora un premio per Joker, il toccante film di Todd Phillips, sorta di prequel della storia del celebre cattivo dei fumetti DC Comics interpretato da Joaquin Phoenix, già Leone d’oro come miglior film a Venezia 76. Joker è stato giudicato il miglior film anche dal punto di vista del doppiaggio diretto da Massimiliano Alto dalla giuria del Gran Premio Internazionale del Doppiaggio che si è svolto giovedì sera all’Auditorium Parco della Musica di Roma, un’undicesima edizione del Premio ideato da un appassionato di voci e doppiaggio come Filippo Cellini che quest’anno punta su un’eccellenza riconosciuta e da tutelare, e così è stato visto il sostegno dichiarato dal Mibact nella persona del ministro Dario Franceschini. Joker si porta a casa anche il Premio per la miglior voce maschile 2019 che va ad Adriano Giannini, doppiatore, appunto, di Joaquin Phoenix e del suo personaggio Arthur Fleck. Del resto l’attore romano era già in confidenza con il villain del fumetto perché gli aveva prestato la voce già nel 2009 quando vinse il Nastro d’argento 2009 come miglior doppiatore di Heath Ledger ne Il cavaliere oscuro. E cosa curiosa, anche suo padre, Giancarlo Giannini, aveva doppiato un Joker, quello del Batman di Tim Burton del 1989 interpretato da Jack Nicholson. Abbiamo incontrato Adriano Giannini al termine della lunga cerimonia di premiazione e lui ci ha rivelato di sentirsi molto soddisfatto di questo premio perché si è trattato di un doppiaggio difficile e anche lui ha voluto puntare l’attenzione sul doppiaggio come eccellenza italiana da tutelare. Ed è stato un po’ questo il claim della serata e di uno spettacolo comunque divertente e acceso, vivacizzato da una conduzione come sempre brillante di Pino Insegno affiancato da Monica Marangoni e a inizio show da Luca Ward chiamato a consegnare il Premio alla Carriera a Pino Colizzi. Tra gli altri premiati Valentina Favazza come miglior voce femminile voce di Miriam Midge Maisel nella serie The Marvelous Mrs. Maisel, Rodolfo Bianchi per la Miglior Direzione del Doppiaggio in Beautiful Boy di Felix Van Groeningen, mentre le due voci Maschile e Femminile premiate dal pubblico sono quelle di Francesco Pezzulli (Leonardo Di Caprio) e di Domitilla D’Amico (Eva Green, Kirsten Dust, Anne Hathaway). Toy Story 4 è il Miglior Film d’Animazione dell’anno, e l’applauso allo scomparso Fabrizio Frizzi è stato forte e sentito; Sex Education la Miglior Serie TV Comedy, BoJack Horseman la Miglior Serie TV Animation, La verità sul caso Henry Quebert la miglior serie TV Drama. Al film libanese Cafarnao Caos e Miracoli, il premio per le Edizioni d’Autore. Quello per il Miglior Mixage è andato ad Andrea Roversi per Wonder Park e il premio per il Miglior Adattamento a Francesca Draghetti per La vita in un attimo. Tra gli ospiti, Max Paiella e Emanuela Aureli. Ecco la nostra videointervista a caldo ad Adriano Giannini e il momento della sua premiazione sul palco del Gran Premio Internazionale del Doppiaggio:

porta. Praesent neque. consequat. leo Aliquam id quis, at felis Donec felis