Videointervista a Willie Peyote da Boris a Sanremo 2021 con ‘Mai dire mai’

Spiazza Willie Peyote con la frase che apre la sua canzone Mai dire mai (La locura) portata a Sanremo 2021 e che recita “Questa è l’Italia del futuro, un paese di musichette mentre fuori c’è la morte”. Ma come, viene da dire, va a Sanremo e critica il fatto che ci sia, nonostante il virus e la pandemia? Soddisfacenti o meno, ci sono ben due spiegazioni. La prima è che quella frase non è sua: Willie Peyote, al secolo Guglielmo Bruno, torinese, classe 1985, l’ha rubata alla sua serie preferita, Boris, di cui è stata appena annunciata la quarta stagione su Star (Disney+), e della quale durante il lockdown ha rivisto le tre precedenti. La frase in questione è detta da Valerio Aprea che interpreta uno degli autori della serie nella serie Gli occhi del cuore, suggerendo al regista Renè, ovvero Francesco Pannofino, che per farla piacere al pubblico c’è bisogno di locura, quindi follia, e poi parte con la citata frase che al nostro è sembrata adattissima per questo Festival. La seconda spiegazione è che comunque non si può fare finta di nulla e che quindi andava detta, soprattutto per uno che sta sia dentro che fuori al Festival. Per i dettagli vi rimandiamo alla nostra videointervista sul tema realizzata nell’ambito della sua conferenza stampa.

Non mancano inoltre in Mai dire mai (La locura) critiche velate o meno al panorama musicale di oggi o meglio ai suoi personaggi in relazione all’autotune, ai balletti sui social, condizione necessaria per ottenere un contratto con le grandi case discografiche, ad outfit vari, fino a toccare il dolente tasto della riapertura degli stadi mentre i teatri non alzano ancora il sipario. Botte di attualità dunque, com’è solito fare nelle sue creazioni di musica e parole, mentre per la serata delle Cover Willie Peyote è andato ovviamente indietro nel tempo scegliendo di reinterpretare magistralmente Giudizi universali di e con Samuele Bersani, che è stato un vero e grande piacere ritrovare sul palco di Sanremo. 

Da sottolineare anche la sua doppia prima volta, quella al Festival di Sanremo e quella di un cantante in gara che si cimenta contemporaneamente come opinionista: prima della sua entrata in scena infatti Willie Peyote trasmette in diretta su Twitch in una sorta di programma intitolato Le brutte intenzioni commentando l’andazzo delle serate guardandole in TV assieme a Federica Cacciola alias Martina Dell’Ombra e Daniele Fabbri, ovviamente superligi ai protocolli. Lui resta infatti chiuso nella sua teca, ed è da lì che ci risponde in questo nostro videoincontro: