Videointervista a Tiziana Buldini, da Squadra Mobile a Immaturi: sogno un film con Sorrentino

Incontriamo Tiziana Buldini mentre posa per un servizio fotografico davanti al laghetto di Villa Pamphili a Roma. Bella è bella, niente da dire, ma poi quando tra una sistemata all’abito che svolazza al vento e un ritocco al mascara si volta e ci saluta sorridendo, scopriamo che è anche simpatica. In questi giorni Tiziana Buldini è in TV in uno spot malizioso ma per nulla volgare per un noto brand di biancheria intima, del resto nel 2010 è stata anche su Playboy… In TV l’abbiamo vista in tante serie a cominciare da Romanzo Criminale di Stefano Sollima su Sky nel ruolo della cassiera prostituta che fa perdere la testa al Commissario Scialoja alias Marco Bocci, poi da Fuoriclasse e Provaci ancora prof. su Rai1 a Solo per amore su Canale 5 dove la rivedremo presto nella seconda stagione di Squadra Mobile, lo spin off di Distretto di polizia, con la regia di Alexis Sweet e a fianco di Giorgio Tirabassi e Daniele Liotti, e ancora l’anno prossimo diretta da Rolando Ravello in Immaturi, la serie in 8 puntate con Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ilaria Spada e molti altri, tratta dall’omonimo film del 2010 di Paolo Genovese dove peraltro c’era anche lei. Tiziana Buldini ha infatti sperimentato anche il grande schermo per il quale in realtà ha un sogno segreto, e dove è già stata diretta, tra gli altri, da Carlo Vanzina, Federico Moccia, Vincenzo Salemme e più volte da Pupi Avati che l’ha voluta in Il figlio più piccolo, Il cuore grande delle ragazze, Un ragazzo d’oro e anche nel suo film per la televisione Con il sole negli occhi, fino a Il racconto dei racconti di Matteo Garrone dove l’attrice reatina ha ricoperto un ruolo molto, molto particolare, come ci racconta lei stessa nella nostra videointervista: