Videointervista a Nek sul nuovo album Il mio gioco preferito Parte seconda

Nek raddoppia e come ci aspettavamo dopo la Parte Prima uscita esattamente un anno fa, ecco Il mio gioco preferito Parte Seconda, il nuovo album di inediti di Nek, al secolo Filippo Neviani, fuori domani, venerdì 29 maggio, distribuito da Warner Music Italy. Pandemia e lockdown non hanno quindi fermato il cantautore sassolese, se non per ciò a cui tiene davvero tanto per indole e natura: il contatto fisico con i suoi fan e il live sul palco. Anche se per presentarlo ha intrapreso un concerto in Piazzale della Rosa, nella sua città, ovviamente solo con i suoi musicisti e con l’area chiusa al pubblico, con tutte le canzoni di Il mio gioco preferito Parte Seconda e alcuni dei suoi successi. Un concerto regalo per i suoi fan che verrà trasmesso in anteprima integrale domani, venerdì 29 maggio, dalle 21, in radiovisione su RTL 102.5, in streaming su www.rtl.it e a seguire su YouTube. E non è certo l’unico regalo che Nek ha generosamente fatto a chi ama la sua musica in questo periodo di lunga quarantena per tutti: dal toccante video di Perdonare, il primo singolo uscito già il 10 aprile realizzato proprio con i suoi fan e la sua band a distanza virtuale, agli altri tre pezzi dell’album rilasciati in versione digitale per loro a scadenza fissa durante il lockdown, e cioè la nuova family version di E da qui, brano del 2010 rieseguito per l’occasione assieme alle due figlie Martina e Beatrice rilasciato il 24 aprile, Amarsi piano liberato il primo maggio e Allora sì fuori il 15 maggio. E sempre per i suoi fan, i consueti instore saranno via chat, in una serie di eventi online attraverso una chat room esclusiva, in cui Nek parlerà di Il mio gioco preferito Parte Seconda, interagendo con loro e anche suonando per loro (Qui tutte le info). Tutto alla luce di un grande affetto nei loro confronti, ma anche e soprattutto di una grande fiducia nella ripartenza e nelle emozioni che la musica può e deve continuare a regalare, sempre e ovunque.

Com’è dunque questo nuovo album, il quindicesimo di inediti, di Nek? Energico, fresco e solare, di quelli che se ascolti con le cuffiette camminando per strada, quasi non ti accorgi che tutti – più o meno – indossano la mascherina, per dire. Prodotto dallo stesso Nek assieme a Luca Chiaravalli, Gianluigi Fazio, Float e Emiliano Fantuzzi, Il mio gioco preferito Parte Seconda contiene 10 tracce: Perdonare scritta da Nek, José Louis Pagan, Diego Cantero, Valerio Carboni e Giulia Anania, inno all’amore, alla resilienza, al sapersi rialzarsi da terra e ripartire, al credere nel cambiamento; Ssshh!!! tutta dedicata agli esperti dell’ultima ora, quelli che sanno tutto di tutto soprattutto su cosa sta accadendo ora; Imperfetta Così per chi si sente sempre come una torta un po’ bruciata, fuori posto, e non riesce ad accettarsi così com’è; Una Canzone Senza Nome, E Sarà Bellissimo sulla bellezza e l’emozione dell’attesa;  Amarsi Piano, Le Montagne, sull’amore adulto e maturo che tanto ha da raccontare; A Mani Nude, Allora Sì, E Da Qui (Family Version).

Filo conduttore di Il mio gioco preferito Parte Seconda ancora l’amore dunque, davanti al quale “torno bambino” ci aveva detto nel nostro incontro a Sanremo 2019, perché “il giorno in cui non ho amato è stato un giorno perso”, e la vita che è, per l’appunto, il suo gioco preferito, dove “salto e cado, ma gioco ancora”, così come la musica, che poi è la sua vita e tutto torna. Oggi la presentazione dell’album su Zoom, ed ecco la nostra videointervista a Nek: