Videointervista a Francesco Montanari: le nozze con Andrea Delogu, Americani a teatro e mammo al cinema

Recentemente lo abbiamo rivisto in TV nella serie Boris Giuliano, un poliziotto a Palermo, il 23 e 24 maggio su Rai1, nella parte di Francesco La Licata, ma in questi giorni di Francesco Montanari, romano, classe 1984, esploso in popolarità grazie a Romanzo Criminale – La serie dove interpretava il libanese, si parla soprattutto per il suo matrimonio con Andrea Delogu, la conduttrice TV che dal 29 giugno sarà la padrona di casa di Parla con lei su Fox Life, matrimonio già celebrato in comune a Roma e un po’ in sordina il 24 maggio ma con la cerimonia in una chiesetta sconsacrata e la festa vera e propria in programma per sabato prossimo 25 giugno. Per cui è chiaro che gli abbiamo fatto gli auguri quando lo abbiamo incontrato all’Eliseo in occasione della presentazione della prossima stagione del teatro romano. L’anno scorso Francesco Montanari ha recitato al Piccolo Eliseo ne Il più bel secolo della mia vita con Giorgio Colangeli, quest’anno aprirà invece la stagione dell’Eliseo il 27 settembre prossimo con la prima nazionale di Americani di David Mamet, secondo spettacolo della trilogia dedicata dal direttore artistico Luca Barbareschi all’autore americano. Una rappresentazione a dir poco feroce della società degli affari americana che nel 1984 valse a Mamet il premio Pulitzer e dalla quale nel 1992 fu tratto il film Glengarry Glen Ross di James Foley con Al Pacino, Jack Lemmon, Alec Baldwin e Kevin Spacey. Sul palcoscenico accanto all’ex libanese ci saranno invece Sergio Rubini, Gianmarco Tognazzi, Roberto Ciufoli, Gianluca Gobbi e Giuseppe Manfridi. Un’agenzia immobiliare in crisi e la dura ricetta di Blake per incentivarne i dipendenti: chi venderà di più avrà una Cadillac, il secondo un set di coltelli, gli altri tutti a casa. Ne abbiamo parlato direttamente con Francesco Montanari nella nostra videointervista in cui ci anticipa che presto lo rivedremo anche al cinema in Sole cuore amore di Daniele Vicari con Isabella Ragonese: