Vent’anni, il ritorno dei Maneskin: videoincontro con la band romana

Nuovo pezzo per i Maneskin, la cosa più bella mai uscita da X Factor e dai talent in generale (e glielo abbiamo pure detto), belli come il sole, sfrontati e bravissimi, voglia di rock, libertà, amore e fama. Sono Damiano, Victoria, Thomas e Ethan e Vent’anni, la nuova canzone da domani venerdì 30 ottobre, in radio e sulle piattaforme digitali, in pratica è un inno a loro stessi. “Un testo che parla della nostra visione e della nostra esperienza dei vent’anni – dice Damiano nel videoincontro con la stampa su Zoom – età articolare e delicata, con l’obiettivo di accorciare il gap generazionale portando alla luce emozioni e sensazioni che, indipendentemente dalla generazione di cui si fa parte, quando si vive questa età, sono universali”. “Anche dal punto di vista musicale è particolare – aggiunge Victorialo abbiamo scritto durante il lockdown per cui non ci potevamo vedere e abbiamo trovato dei metodi alternativi di comunicare, in questo caso il nostro gruppo WhatsApp, poi abbiamo unito tutto a fine lockdown quando è stato bellissimo ritrovarci e questo è il primo nuovo brano che ha preso vita”. “Dopo essere stati tutti settati nel mandarci nuove idee e nuovi spunti, il ritrovarci è stata la parte più importante, quella che ci mancava – ricorda Thomasci siamo buttati sulla realizzazione di questo testo senza imporci limiti, neanche sulla durata (infatti dura 4,20) non ponendoci il problema dei canoni della musica di oggi e credo che continueremo su questa strada”. “Abbiamo fatto in modo che Vent’anni reggesse di per sé da poter portare la nostra dimensione live che è quella cui siamo più legato, in studio di registrazione” dice Ethan.

Il pezzo è stato presentato live dai Maneskin in anteprima nello scenario dei palazzi imperiali sul Palatino, a Roma, la loro città, un’esibizione ovviamente senza pubblico per la web serie Star Walks – Quando il PArCo incontra la musica che li vedrà protagonisti nella puntata di lunedì 2 novembre sul canale Youtube del Parco archeologico del Colosseo intitolata Venti anni al Palatino. Mentre per la foto ufficiale, e cioè per la campagna pubblicitaria di Vent’anni, i Maneskin si sono affidati a Oliviero Toscani che li ha ritratti in un abbraccio collettivo nudo, carico di sensazioni. “Toscani è un grandissimo artista – spiega Damianoe l’idea di contattarlo è nata dalle sue campagne che hanno sempre scatenato discussioni toccando temi conciliabili con quelli che trattiamo noi e che ci stanno cuore, è stata una scelta naturale e un’esperienza importante, quella foto è un manifesto che ci rappresenta alla perfezione”. Aggiunge Victoria: “è l’immagine di un amore privo di limiti e sovrastrutture, eravamo molto naturali e questo abbraccio tra noi quattro senza vestiti né sovrastrutture sta a simboleggiare una libertà sessuale, individuale e d’amore, ognuno è ciò che è e ama chi vuole”. “Ed è stato bello unire due mondi artistici, quello della  musica e quello della fotografia” dice Ethan, mentre Thomas rivela: “abbiamo cercato di rendere tutto più intenso con sguardi ed espressioni”.

… farà male il dubbio di non essere nessuno, sarai qualcuno se resterai diverso dagli altri, ma c’hai solo vent’anni…” recita una strofa del pezzo, una ballata carica e anche un po’ struggente con l’inconfondibile voce graffiata di Damiano che dialoga con un suo alter ego adulto. Ho dunque chiesto loro se e in cosa si sentono diversi, riuscendo a soddisfare anche una mia curiosità, quella sul loro essere così modernamente vintage, dal look al leitmotiv dell’amore libero che ci riporta un po’ agli anni Settanta assieme ai loro pantaloni a zampa d’elefante, le zeppe e i boa e tutto il resto, inclusa la copertina del singolo (non gliel’ho detto, ma mi è venuta in mente quella di un vecchio 45 giri di Massimo Ranieri…):, ecco dunque il nostro videoincontro con i Maneskin: