Tre indizi fanno una prova: ‘Domina’ potrebbe avere scene dal set di Torre Astura

Torre Astura (Roma) – Qui a Torre Astura, antica villa romana sul mare fra Nettuno e Latina, che gli studiosi attribuiscono a Cicerone e che sarebbe stata addirittura la sua preferita, hanno allestito un set. La conferma arriva da questo cartello all’ingresso del parcheggio con cui si avvisano i cittadini che la spiaggia e la pineta secolare saranno chiuse al pubblico dal 4 al 7 agosto. Non è che il primo indizio.

Da subito si era sparsa la voce che potesse trattarsi di alcune scene di Domina, serie TV Sky con Kasia Smutniak, Isabella Rossellini e Liam Cunningham nel cast. I dieci episodi raccontano le lotte di potere nell’antica Roma viste con gli occhi delle donne. È ambientato per la precisione negli anni a cavallo della nascita di Cristo e racconta la vita e l’ascesa straordinaria di Livia Drusilla, moglie di Claudio Tiberio Nerone, poi di Ottaviano (il futuro Augusto). Conobbe Cesare e Marco Antonio nonché gli intrighi politici. Sky, interpellata, non ha saputo confermare se quello qui a Torre Astura fosse proprio il set di Domina, ma non lo ha neanche smentito, limitandosi a confermare, come ha fatto anche sul suo sito, che sono ricominciate le riprese della serie interrotte per il Coronavirus e che il set è a Cinecittà.

Secondo indizio: nottetempo, nell’ultimo tratto della stradina che porta ai ruderi romani di Torre Astura, sono comparse, come per incanto, due antiche colonne che certo non sono ritrovamenti storici della Villa che fu. Nonostante il luogo continui a regalare reperti che dovrebbero finire in un museo, quelle colonne sono di plastica, una copia perfetta: magia del cinema e degli artigiani.

Il terzo indizio arriva dall’interno. Pare che i birilli utilizzati per recintare il perimetro e consentire lo scarico delle prime scenografie avessero la scritta Cattleya che – guarda caso – è proprio il produttore esecutivo di Domina.

D’altra parte non è la prima volta che Torre Astura viene utilizzata come luogo ideale per un set. Anzi, l’elenco è lungo, ma va doverosamente ricordato che nel 1961 la Fox ci mise gli occhi sopra e spacciò la Torre per il Faro di Alessandria quando girò Cleopatra con Elizabeth Taylor e Richard Burton. Il lungomare, la pineta e il ponticello di accesso alla Torre furono scelti da Comencini padre per girare il Pinocchio con Nino Manfredi e Gina Lollobrigida, in onda in quattro puntate sulla Rai. Anche il Pinocchio di Matteo Garrone ha scene girate in questo luogo. Gli interni del castello, ora inaccessibili, furono invece l’ambientazione preferita per alcune scene de L’Amaro caso della baronessa di Carini. Questa volta, però, per riconoscere i luoghi del set e godere appieno dei sogni che sa regalare la finzione, bisognerà attendere il 2021, data prevista per la messa in onda della serie, anche se le riprese dovrebbero finire nei prossimi mesi.

(Ph Elisabetta Tonni)