Tiziano Ferro, cosa farò a Sanremo 2020: autovideointervista

Cosa farà esattamente Tiziano Ferro a Sanremo 2020? Di certo non rilascerà interviste e probabilmente non parteciperà neanche alle consueteconferenze stampa del mattino con Amadeus. Ed è forse per evitare tutto ciò che ha deciso di autointervistarsi, o meglio, di autovideointervistarsi e mandare questo video per dirci che: sogna di andare al Festival dal 1997, che è molto contento di esserci finalmente, che il suo Sanremo storico è quello del 1995, che quando Amadeus lo ha chiamato  ha pensato che aveva fatto la cosa giusta, che nelle 5 serate della kermesse canterà alcuni dei suoi successi ma renderà anche omaggio ai 70 anni del Festival, ad esempio con Almeno tu nell’universo di Mia Martini e con Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno, che farà un duetto con Massimo Ranieri in Perdere l’amore e che presenterà un documentario che lo racconta, su cui lavora da anni, e che finirà a giugno in esclusiva su Prime video e… qualcos’altro ancora. Ecco dunque l’autovideointervista di e a Tiziano Ferro: