Tafanos: videointerviste a Giulio Neglia e Andrea Scarduzio, il fattone e l’agente segreto

Un gruppo di giovani amici partono per un week end di vacanza tra le montagne per ritrovarsi, niente stress e, loro malgrado, niente cellulari. Niente stress invece manco per niente perché intanto un pericoloso serial killer decide di evadere da un carcere lì vicino proprio in quel fine settimana, ma fosse quello il problema… il guaio grosso, e diciamo grosso, è che saranno braccati da uno sciame di insettoni pieni di denti che se li guardi bene, beh, sono proprio dei tafani giganti e carnivori e solo un espediente stupefacente potrà annientarli… Ecco Tafanos di Riccardo Paoletti, in prima visione stasera, mercoledì 4 luglio, su Sky Cinema Max, un horror comedy, tra il catastrofico e il surreale, il comico e lo splatter, a tratti anche trash, un bizzarro movie, insomma, tra mostri, mutanti, fughe e botte di coraggio a sfidare il pericolo più assurdo che ci sia, sangue, tanto sangue, budella al vento e risate quanto basta, tributo ai b-movie degli anni Settanta.Tafanos è stato presentato ieri sera in anteprima all’Isola del Cinema di Roma nell’ambito della rassegna Bizzarro Night in collaborazione con Minerva Pictures – terzo film dopo Sharknado 5 e It Came From the Desert – alla presenza di regista e cast: Alessio Lapice (Mauro), Cristina Marino (Sylvie), Giulio Greco (Johannes), Salvatore Langella (David), Filippo Tirabassi (Ricky), Maria Chiara Giannetta (Christine), Federico Tolardo (Umberto). Insieme a loro anche Clive Riche (Lionello il custode), Lana Vlady (Rebecca, l’ostaggio dell’evaso), Salvatore D’Onofrio (l’evaso) e la partecipazione straordinaria di Stefano Chiodaroli nei panni di un contadino in lotta contro i tafani. Senza dimenticare Giulio Neglia, vincitore l’anno scorso del premio come miglior attore protagonista di film in lingua straniera per il cortometraggio Appunti di Viaggio di Andrea Natale al Filmmaker Festival of World Cinema of London, e dal 27 settembre al cinema in Ricchi di fantasia di Francesco Miccichè a fianco di Sergio Castellitto, Sabrina Ferilli, Paolo Calabresi: “lì sarò un moldavo – ci rivela Giulio Neglia nella nostra videointervista – mentre in Tafanos sono il fattone, per cui non ci si può sbagliare su ciò che ho fatto nel corso del film”. Già perché la cosa più bizzarra è che i mostriciattoli temono il fumo delle canne, lui però non lo sa… E poi, appena visto in Picasso, c’è pure Andrea Scarduzio che in Tafanos è “un agente segreto che sta alle calcagna di questi ragazzi per preservare un esperimento, un bel ruolo trasversale stile Matrix” ci dice nella nostra videointervista, anticipandoci anche che presto lo vedremo in un film sui diritti delle donne e “in questo momento – aggiunge Andrea Scarduziocon tutto ciò che è uscito negli ultimi due anni e con la situazione in cui le donne vivono in tanti paesi è davvero una bella storia con un messaggio importante”. Ecco dunque le nostre videointerviste a Giulio Neglia e Andrea Scarduzio: