Scena Unita tira le somme, Fedez: il progetto continuerà a vivere

Quasi 5 milioni raccolti, ma Fedez non è molto soddisfatto. “Continueremo a monitorare i progetti fino alla realizzazione a settembre, ma non estenderemo altri bandi – annuncia il promotore dell’iniziativa – personalmente è stato parecchio complesso il progetto. Io avvierò una mia fondazione per portare avanti degli obbiettivi nell’arco di un anno che vadano oltre i temi dei lavoratori dello spettacolo. Ma Scena Unita continuerà comunque a vivere”. Sette mesi fa vi avevamo parlato dell’iniziativa Scena Unita per i lavoratori della musica e dello spettacolo così tanto penalizzati dalla pandemia, ovvero della creazione di un fondo privato gestito da Fondazione Cesvi in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub. Quella iniziativa che ha coinvolto 154 artisti e più di 100 realtà aziendali si è conclusa con la raccolta di 4.780.000 euro grazie ai quali, nel corso delle prossime settimane, prenderanno vita oltre 100 progetti, festival ed eventi che altrimenti non avrebbero potuto svolgersi. Mentre 1,6 milioni di euro sono stati destinati a fondo perduto al sostegno dei lavoratori e delle maestranze duramente colpiti dalla drammatica crisi. A raccontare questi risultati comunque straordinari, lo stesso Fedez insieme ad altri artisti coinvolti nel progetto: Vasco Rossi, Levante, Francesca Michielin, Giusy Ferreri, Michele Bravi, Gaia e, naturalmente, Shade, che con Fedez ha lanciato il progetto. “Faccio un mea culpa perché forse non sono riuscito a bene trasmettere l’idea che avevo in testa – ha poi aggiunto FedezQuando dico che abbiamo raccolto quasi cinque milioni di euro penso che ne avremmo potuto raccogliere altri venti. Molti artisti si sono messi in gioco, come ad esempio Gaia che con la sua creatività ha dato il suo contributo. Se gli artisti big avessero cercato di fare lo stesso magari avremmo potuto raccogliere ancora più fondi”.