Scena Unita: Fedez e Shade presentano il fondo per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo

Sono davvero tanti, più di settanta al momento, gli artisti che, Fedez e Shade in primis, si sono uniti come in un abbraccio, uno di quei gesti che tanto ci manca in questo periodo, chiamando a raccolta anche brand e enti privati, per dare una mano, concreta e pratica, a tutti lavoratori dello spettacolo – autonomi o con contratto a intermittenza e quindi senza le giuste tutele – e alle piccole imprese, come live club, teatri, set e produzioni indipendenti chiusi praticamente dallo scorso maggio. Tutti luoghi essenziali e vitali per la scena culturale fatta anche di progetti  emergenti, e quindi di opportunità, formazione e avviamento professionale. Un settore, quello dello spettacolo, per gran pare non tutelato né sostenuto dallo Stato. Lo spettacolo, dunque, aiuta lo spettacolo. Nasce così Scena Unita per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo, una risposta forte e sincera che arriva direttamente da mondo degli artisti, un fondo, gestito da CESVI – organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente di Bergamo – in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub, destinato  chi ne ha più bisogno. 

Chiunque potrà donare a Scena Unita attraverso la piattaforma di crowdfunding ForFunding.it messa a disposizione da Intesa Sanpaolo che ha dato 250 mila euro mentre Prime Video ci ha messo dentro un milione e ospiterà un evento in streaming. Di tutto questo hanno parlato Fedez e Shade e non solo in una conferenza stampa via Zoom moderata da Cristina Parodi, testimonial Cesvi, cui hanno virtualmente partecipato diversi artisti. “Un atto dovuto” lo ha definito Fedez che rivela la raccolta, in sole due settimane, di 2 milioni di euro e snocciola tutti i nomi dei partecipanti all’iniziativa, ma “non dite che è una mia iniziativa perché è una cosa di gruppo, corale” dice. “Noi tutti ci mettiamo la nostra faccia grazie a Fedez – ha però sottolineato  Gianna Nannini nel suo intervento – è una cosa che serve a non perderci, ma la prima cosa è non perdere i professionisti dello spettacolo, bisogna far capire la situazione di queste persone che non sono solo senza lavoro, ma che lo devono anche cambiare… “Il nostro paese affonda le sue radici nella cultura e la musica è cultura, spero che Scena Unitasia di ispirazione per altri settori con questo venirsi incontro che in questo periodo può davvero essere salvifico, ma il nostro mercato deve ssere ripensato” ha aggiunto Achille Lauro.

Ecco una videosintesi della conferenza stampa di presentazione di Scena Unita con gli interventi di Fedez, Shade, Gianni Moranti, Giovanni Caccamo: