Romics è tornato e compie vent’anni

Romics è tornato. Il Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games è di nuovo alla Fiera di Roma, fino al 3 ottobre, dopo due anni di assenza causa Covid. Una versione più che ridotta definita un grande reboot con quattro padiglioni e più di 200 espositori, 4 giorni di kermesse in totale sicurezza dove potersi immergere in tutti i mondi della creatività, dal fumetto all’illustrazione, dalla narrativa al cinema con le novità del settore, le case editrici, le fumetterie, i collezionisti, i gadget, i videogiochi e gli imperdibili incontri con autori, editori, influencer e talent. E il manifesto della XXVII edizione, realizzato da Arianna Rea, disegnatrice Disney, illustratrice, character designer e docente della Scuola Romana dei Fumetti, con un’Alice moderna accompagnata dal Bianconiglio e dal ticchettio dell’orologio, che ci conduce con sicurezza e humor nei mondi dell’immaginario, dal fumetto al cinema, dal games al cosplay. 

Fondato nell’autunno del 2001, Romics oggi compie vent’anni e non poteva mancare un importante appuntamento per ricordare e celebrare tutti coloro che sono stati insigniti del Romics d’Oro: ben 87 le personalità nazionali ed internazionali salite sul palco di Romics, dal grande fumetto bonelliano a quello argentino, dal Sol levante agli artisti dell’area franco belga, da Disney ai Supereroi, dall’illustrazione al grande cinema, agli effetti speciali, fino alla musica. Così domenica 3 ottobre, presso il padiglione 7, un grande evento speciale vedrà la partecipazione di tanti Romics d’Oro sia in presenza che con contributi video, audio e disegnati, insieme per ripercorrere la propria carriera e il momento della  premiazione. Partecipano all’evento Giorgio  Cavazzano, Marco Gervasio, Massimo Rotundo, Alessandro Bilotta, Moreno Burattini e Vince Tempera. Un altro compleanno si festeggia invece sabato 2 ottobre, quello dei Simpsons che di anni invece ne compiono 30. Dettagli e programma li trovate QUI.