Renzo Arbore su Sanremo 2021: si può essere brillanti anche senza pubblico

Certamente essere brillanti senza l’applauso è complicato” dice Renzo Arbore interpellato a proposito della situazione attorno al Festival di Sanremo 2021 e delle polemiche sulla mancanza o meno del pubblico al Teatro Ariston alzate soprattutto da Amadeus, l’occasione la conferenza stampa di presentazione del libro di Silvia Annicchiarico Ma la notte… sì! . Ma come, non erano forse brillanti Arbore e la sua gang di personaggi strampalati, esilaranti, sopra le righe, tra Indietro Tutta e Quelli della Notte, anche senza il pubblico, e soprattutto in radio, ad Alto Gradimento ad esempio,  dove gli applausi o te li fai da te o non li senti proprio? Ma ecco com’è andata.

Visto che il pubblico non c’è e gli addetti ai lavori saranno pochissimi, bisogna inventarsi una formula scherzando su questa storia, del resto hanno tutte le giustificazioni possibili con il Covid – dice al telefono Renzo Arbore se questo Festival in piena pandemia fosse il suo – certo è un po’ tardi ora per prendere decisioni. Una delle cose che secondo me però manca da tempo,  sono gli obiettivi internazionali, cercare di far sentire, adesso che c’è la rete, le canzoni di Sanremo anche a un pubblico internazionale… Certo è complicato, ma trovare un escamotage per rendere il Festival affascinante potrebbe per esempio essere quello di far votare il pubblico all’estero… Certamente essere brillanti senza l’applauso è molto complicato, lo capisco, bisognerà provare con qualche ospite con i sistemi che certamente Fiorello conosce, dello sfottò al gossip carino, anche con i cantanti, invece di fare scena muta, inventarsi delle cose di fantasia… capisco che può modiicare le classifiche, ma va fatta di necessità virtù…

Intervengo io: Ma voi eravante brillanti, eccome, anche senza l’applauso o il pubblico, soprattutto alla radio dove non si ha il pubblico in presenza, non c’è l’applauso diretto e si può comunque e essere brillanti, bravi e divertenti, cosa pensi di questa mia riflessione?

Che è una bellissima riflessione, sai che non l’ho mai fatta questa riflessione? Hai ragione, con due partner importanti come Amadeus e Fiorello anche il chiacchiericcio fra di loro può diventare un’opzione di risate, certo, ci vuole un allenamento… Mentre a Indietro tutta gli applausi erano molto forti e voluti perché facevamo la satira proprio sugli applausi (il pubblico era composto di figuranti n.d.r.), a Quelli della notte non c’erano applausi registrati, e comunque erano pochissimi, si rideva fra di noi, anche perché facevamo una parodia di una festa casalinga, c’era grande allegria ma niente applausi, è vero, è una riflessione molto saggia questa qui, speriamo che la possano memorizzare i due… ” Ecco l’audio del suo intervento su Sanremo 2021: