Miami Beach e non solo: videointerviste a Neva Leoni e Emanuele Propizio

Al cinema l’abbiamo già vista in Smetto quando voglio di Sydney Sibilia e in Tutta colpa di Freud di Paolo Genovese, in teatro è stata diretta da Gigi Proietti in Romeo e Giulietta, in televisione ha fatto varie serie ma i fan l’apprezzano soprattutto come Rosa Francini, sorellastra di Azzurra, in Che Dio ci aiuti, solo che nella nuova stagione, la quarta, ci sarà solo per poco… brutta notizia? Però ce n’è anche una bella: Neva Leoni è tra i protagonisti di Miami Beach dei Vanzina, quindi la vedremo sul grande schermo dal primo giugno. Il suo ruolo è un po’ il motore del film perché se ci spostiamo tutti nella famosa località di mare e palme della Florida è anche e soprattutto perché Valentina, così Neva Leoni si chiama in Miami Beach, piuttosto che andare in vacanza con il padre in Bretagna, scappa dall’aeroporto di Roma e se ne vola a Miami con le amiche per partecipare a una grande festa di DJ, dando il via a una delle due storie parallele del film. Il papà, che si chiama Lorenzo e che è Ricky Memphis, non può però non correrle dietro per andarla a cercare, preoccupato anche della reazione dell’ex moglie e mamma di Valentina semmai dovesse accadere qualcosa alla figlia diciassettenne, e giunto sul posto si fa aiutare da un certo Bobo, un ragazzo che è lì con la scusa di studiare ma in realtà sta tutto il giorno al bar o a cercare di rimorchiare belle ragazze lasciandosi dietro una scia di debiti che per una serie di circostanze sarà proprio Lorenzo a saldare, colmando al tempo stesso un vuoto affettivo che affligge Bobo a causa di un padre troppo distante. A interpretare Bobo è Emanuele Propizio, già noto al pubblico cinematografico per Mio fratello è figlio unico di Daniele Lucchetti, Natale a Rio e Natale a Beverly Hills di Neri Parenti, Genitori e figli e Manuale d’amore 3 di Giovani Veronesi e naturalmente per il precedente dei Vanzina Torno indietro e cambio vita. Dal primo giugno inoltre, oltre che con Miami Beach, sarà in sala pure con Tre giorni dopo, opera prima di Daniele Grassetti in un ruolo totalmente diverso, e poi in Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni. Di questo e di altro ci parlano Neva Leoni e Emanuele Propizio nelle nostre videointerviste: