L’Italia chiamò, il nuovo corto di Alessio Di Cosimo con Alessandro Haber

Aldo ha quasi ottant’anni e il Coronavirus gli ha portato via la persona più amata al mondo, sua moglie, che non ha potuto neanche salutare. Così si è chiuso in casa non uscendone più neanche al termine del lockdown. In parte anche lui è morto, come le sue emozioni, la sua voglia di vivere, persino i suoi ricordi. La vita per lui non esiste più e neanche sua figlia riesce a farlo tornare quello che era. Aldo è il protagonista de L’Italia chiamò, nuovo cortometraggio scritto e diretto da Alessio Di Cosimo (Premio speciale ai Nastri d’Argento 2019  con Per Sempre, qui la nostra videontervista in occasione dei Tulipani di seta Nera) con Alessandro Haber protagonista nel ruolo di Aldo e Valentina Perella (prima della pandemia sul palcoscenico della Sala Umberto di Roma accanto a Giorgio Colangeli ne L’ Uomo, La Bestia e La Virtù di Luigi Pirandello), mentre alla fotografia c’è Massimo Foletti. L’Italia chiamò è uno dei primi prodotti audiovisivi girati dopo il lockdown, ovviamente nel rispetto delle misure dovute all’emergenza, e a breve partirà per il suo tour tra i più importanti festival cinematografici. “Con questo cortometraggio non volevo raccontare solo il periodo difficile che abbiamo vissuto: ho provato a raccontare come psicologicamente questa esperienza segnerà molte persone, soprattutto quelle più fragili – spiega Alessio Di Cosimo – è stato motivo di orgoglio avere nel cast Alessandro Haber: insieme a lui e a Valentina Perrella abbiamo lavorato a tavolino per preparare i personaggi nei giorni precedenti all’inizio delle riprese. Abbiamo cenato spesso insieme rimanendo per ore ad ascoltare i suoi aneddoti sul grande cinema che in tutti questi anni lo ha visto protagonista”.  L’Italia chiamò è prodotto da Settembre Produzioni e distribuito da Premiere Film.