L’arte ai tempi del coronavirus: Atelier Montez lancia una call per la collettiva online più grande al mondo

Le opere più popolari verranno battute all’asta; un catalogo raccoglierà tutte le opere prodotte dagli artisti aderenti all’iniziativa; la mostra sarà visitabile presso Atelier Montez entro la fine del 2020. Ai tempi del coronavirus, con il mondo dell’arte fermo, lo spazio artistico creato da Gio’ Montez  lancia “Be**pArt”, una call aperta a tutti gli artisti, artigiani e creativi, per la realizzazione della mostra d’arte collettiva più grande al mondo.

A poche ore dal lancio, i primi artisti ad aderire al progetto  promosso dallo spazio creativo e polifunzionale situato in zona Pietralata, a Roma,  sono stati Claudio Meli, Raffaella Silvi, Turi Sottile, Kristina Milakovic, Fabio Imperiale, Walid Cheick, Marco Galletti Kaey, Akira Zakamoto, Alessandra Carloni, Marco Crispano, Jos Diegel, Cheick Zidor, Corinna Mayer, Stefan Stichler.

Per partecipare è necessario effettuare l’iscrizione inviando via mail il modulo firmato con una fotocopia del documento, oltre a far pervenire in Atelier Montez le 30 opere in conto vendita entro e non oltre il 31/05/2020:  opere d’arte bidimensionali uniche e non replicabili, firmate e/o autenticate, di formato massimo 10×10 cm, che siano appendibili a un chiodo.

Qui le istruzioni complete per rispondere alla call “Be**pArt“, e magari contribuire a conquistare un nuovo Guinness World Record