La Regina di Cuori: il corto sulle challenge online in quattro versioni con Beatrice Vendramin, Mariasole Pollio, Cristiano Caccamo

Non tutte le ragazze sognano. E non tutte le ragazze che lo fanno, quando lo fanno sono felici. Alice per esempio quando si addormenta sogna mostri che le impongono sfide pericolose all’infinito, contro di lei una misteriosa quanto terrificante Regina di Cuori che però, in fondo, non è poi così diversa e lontana da Alice stessa. Ma quei sogni non sono che ricordi cicatrizzati nelle pieghe della sua mente, sono qualcosa di reale, racconto e testimonianza di cose che Alice ha fatto per davvero in un paese che certo delle meraviglie non è, sfide al limite della morte contro se stessa, e uscirne è difficile, certe cose creano dipendenza. E neanche il suo ragazzo e la sua migliore amica, che sa bene di cosa si tratta, possono aiutarla.  

La Regina di Cuori è il cortometraggio scritto e diretto da Thomas Turolo e interpretato da Beatrice Vendramin, Maria Sole Pollio, Cristiano Caccamo, un cast mirato direttamente ad attrarre un pubblico di giovani, con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Battiston, che accende una luce su un tema attualissimo come quello delle challenge on line, sfide che dal mondo virtuale passano a quello reale, e che portano al delirio e spesso alla morte tantissimi ragazzi. Il fenomeno ha peraltro registrato un picco durante il lockdown. “Conoscevo il fenomeno delle challenge online anche prima di prendere parte a questo progetto – ha dichiarato in conferenza stampa Beatrice Vendramin che interpreta la protagonista Alice – appartengo alla Generazione Z e sono nata con il cellulare in mano, so bene ad esempio cos’è una planking challenge e credo sia importante sensibilizzare i miei coetanei sui pericoli reali, e non solo virtuali, delle challenge: mettono in moto meccanismi che colpiscono la psiche dei ragazzi più vulnerabili. Perchè poi noi ragazzi viviamo di emulazioni… quando vedi un video sul web, magari anche virale, che circola senza controllo, se non hai gli strumenti giusti rischi di cedere e cadere…

La Regina di Cuori è un progetto transmediale presentato in anteprima come evento speciale a Venezia 78, e che il 19 settembre arriverà in versione video mapping al Palazzo dei Congressi di Roma, dopo aver vinto la terza edizione del contest La Realtà che ‘non’ Esiste, che indaga sul mondo giovanile affrontandone problematiche e temi attinenti (l’anno scorso aveva vinto Revenge Room). Ideato da One More Pictures e Rai Cinema, il progetto vuole unire il racconto di una tematica sociale alle nuove forme di storytelling, trasformando una storia forte in un progetto innovativo adatto a differenti piattaforme e capace di promuovere la realtà virtuale e i nuovi linguaggi dell’audiovisivo. Prodotto da One More Pictures e Direct2Brain con Rai Cinema, La Regina di Cuori è dunque costituito da quattro contenuti differenti: una versione lineare (il corto diretto da Thomas Turolo), una versione in VR360 (diretto da Diego Capitani), un social movie (diretto da Emalloru – Emanuele Malloru) e il già citato video mapping narrativo realizzato da Direct2Brain. La colonna sonora è di Aka7even con i brani Mi manchi e Black. Ne è ambassador il campione del mondo del 1982 Antonio Cabrini.