La prima serie TV di Muccino e quella su Francesco Totti nei nuovi palinsesti Sky

Prima serie TV per Gabriele Muccino che sul piccolo schermo porterà il reboot del suo film del 2018 A casa tutti bene, come annunciato nella conferenza stampa di presentazione dei nuovi Palinsesti Sky: “È sempre emozionante riprendere per mano personaggi che pensavi avresti lasciato andare – ha detto il regista romano – non mi ero mai cimentato in un progetto seriale e sono felice che questa mia prima volta così importante e significativa avvenga a fianco di Sky, con cui avrò la possibilità di riesplorare il film, di portare in TV il mondo di quei personaggi a cui non ero pronto a dire addio. Per me i Ristuccia sono esemplari nel raccontare tutte le famiglie del mondo: non credo esista luogo più sicuro e al contempo pericoloso della famiglia, perché in essa e per essa spesso si compie il male, convinti di agire a fin di bene. Prodotta dalla Lotus, A casa tutti bene riprenderà dunque il filo del pluripremiato lungometraggio e si snoderà in 8 episodi, i primi due duretti dallo stesso Gabriele Muccino che sarà supervisore artistico dell’intero progetto. La serie è attualmente in fase di scrittura e le riprese inizieranno nella primavera del 2021 a Roma.

Altra attesissima serie di Sky è Speravo de morì prima (titolo provvisorio) diretta da Luca Ribuoli, racconto in sei episodi sugli ultimi due anni di carriera di Francesco Totti, il leggendario numero 10 della Roma, la fine del suo lungo percorso con la maglia giallorossa rimasta sempre la stessa per 27 anni, un uomo divenuto con gli anni simbolo e bandiera di un’intera città, e non solo. Ad interpretarlo sarà Pietro Castellitto (Freaks Out, Non ti muovere, La bellezza del somaro, La profezia dell’armadillo), nel cast Greta Scarano (Suburra, Squadra antimafia – Palermo oggi, In Treatment, Il nome della Rosa) che sarà la moglie Ilary Blasi; Monica Guerritore (Un giorno perfetto, La Bella Gente) che interpreterà la madre di Francesco Totti, Fiorella; Gianmarco Tognazzi (A casa tutti bene, Romanzo Criminale) sarà Luciano Spalletti, ultimo allenatore della sua carriera; Giorgio Colangeli (L’aria salata, La doppia ora) interpreterà il padre di Totti; Primo Reggiani (Baciami Ancora) nel ruolo di Giancarlo Pantano e Alessandro Bardani (Ti stramo) nel ruolo di Angelo Marrozzini; mentre Gabriel Montesi (Il Primo Re, Favolacce, Romulus) e Marco Rossetti (Il cacciatore) saranno rispettivamente Antonio Cassano e Daniele De Rossi ed Eugenia Costantini (Boris, Maraviglioso Boccaccio) e Federico Tocci (Suburra – La serie) i genitori da giovani.

In arrivo dal 14 settembre anche Petra con un’inedita Paola Cortellesi protagonista di quattro gialli al femminile ispirati alle storie della detective di Barcellona Petra Delicado, personaggio creato alla metà degli anni novanta da Alicia Giménez-Bartlett, qui ispettrice della mobile di Genova catapultata in prima linea a risolvere dei casi di omicidio e di violenza a fianco del viceispettore Antonio Monte (Andrea Pennacchi) poliziotto vecchio stampo prossimo alla pensione, saggio e intuitivo. Petra è diretta da Maria Sole Tognazzi e prodotta con Cattleya. E ancora We Are Who We Are di Luca Guadagnino, Romulus di Matteo Rovere, Cops Una banda di poliziotti con Claudio Bisio,  Aspettando Anna di Niccolò Ammaniti, Domina con Kasia Smutniak e la prima serie firmata da Fabio e Damiano D’Innocenzo.