La Municipal: videointervista a Carmine Tundo

La Municipàl prosegue con l’originale progetto intitolato Per resistere alle mode inaugurato esattamente un anno fa con il primo profetico doppio singolo Quando crollerà il governo/Fuoriposto e proseguito con Canzone d’addio/Che cosa me ne faccio di noi e L’Orsa Maggiore/Al Diavolo”. Pochi giorni fa è uscito il videoclip de La terza stagione di Dark, lato A del nuovo doppio singolo La terza stagione di Dark/Finisce qui, quarto capitolo di quello che si chiamerà, appunto, Per resistere alle mode, non proprio un album, ma qualcosa di più nel quale i fratelli salentini Carmine e Isabella Tundo – lei dal 2019 collabora a distanza con il fratello essendosi trasferita a Catania per il suo lavoro di medico – inseriranno tutti e cinque i doppi singoli (prodotti da luovo e Artist First) rilasciati dapprima sciolti in digitale e in formato vinile 45 giri a tiratura limitata. Un progetto che sancirà quindi anche l’approdo alla cosiddetta consapevolezza di essere Fuorimoda e di sentirsi a proprio agio in questa condizione. Per resistere alle mode non verrà dunque mai stampato su CD, incarnandosi piuttosto in forme e formati di diffusione meno convenzionali, quindi anche in vinile, con ogni doppio singolo caratterizzato da un forte dualismo tra lato A e lato B. Una fissa, quella per i lati B che oramai non esistono più sin dall’approdo del Compact Disc, che accompagna il duo sin dagli esordi, ovvero dall’uscita del primo album nel 2016 intitolato Le nostre guerre perdute e del secondo, fuori un paio d’anni dopo, che si chiamava appunto BSide. Con La terza stagione di Dark La Municipàl – il nome scelto per omaggiare il padre ex poliziotto municipale – ha provato pure a partecipare a Sanremo 2021, che proprio la singolare situazione di questa edizione li attraeva in modo particolare, ma purtroppo non è andata. Intanto Carmine Tundo ha già raccolto consensi con Gran Riserva, album di debutto del suo nuovo progetto sotto il nome Diego Rivera. Tutto ciò ci ha incuriosito non poco, ecco perchè ne abbiamo voluto parlare direttamente con La Municipàl, ed ecco allora la nostra videointervista a Carmine Tundo raggiunto fin nella sua auto: