La mafia uccide solo d’estate: videointerviste a Francesco Scianna e Valentina D’Agostino

C’è anche Francesco Scianna ne La mafia uccide solo d’estate, serie TV nata sotto la stella Pif, tratta dal suo omonimo primo film a raccontare Cosa Nostra in un modo nuovo, ironico, beffardo, e legato alla storia della famiglia Giammarresi, che non è una famiglia mafiosa ma con la mafia si ritroverà a doversi confrontare nella Palermo degli ultimi anni settanta. Il tutto da domani sera, lunedì 21 novembre, su Rai 1 con la regia di Luca Ribuoli. Francesco Scianna, che è contemporaneamente a teatro con Tradimenti di Pinter, è Massimo, fratello di Pia e quindi cognato di Lorenzo (qui la nostra videointervista a Anna Foglietta e Claudio Gioè), nonché zio di Angela (qui la nostra videointervista a Angela Curri) e Salvatore (Eduardo Buscetta) del quale però cerca di fare il padre quasi sostituendosi a Lorenzo. “Un personaggio doppio, ambiguo, molto affascinante ma che poi diventa buffo quando cercherà di liberarsi della mafia” ci racconta Francesco Scianna nella videointervista che trovate a fine articolo, che all’inizio alla mafia non ci crede convinto che in Sicilia ci si ammazzi solo per le donne, ma poi non appena chiederà un favore, si renderà conto di essere in errore. Massimo sta con Patrizia, “una bella persona, ingenua, fresca, piena di vita, un’entusiasta” la descrive nella nostra videointervista a fine articolo Valentina D’Agostino che la interpreta, innamoratissima di lui così tanto da perdonargli sempre tutto e restargli accanto in ogni situazione. Ecco le nostre videointerviste a Francesco Scianna e Valentina D’Agostino: