Gli Idoli delle Donne: videoincontro con Lillo e Greg, Corrado Guzzanti, Ilaria Spada, Francesco Arca, Maryna

A due anni da DNA Decisamente Non Adatti, la loro prima regia, Lillo e Greg tornano al cinema, nuovamente davanti e dietro alla macchina da presa con il terzo regista Eros Puglielli, con una commedia surreale e divertente che parla di sesso e di donne, ma anche di uomini e narcotraffico: Gli idoli delle Donne. Il film, in sala da giovedì 14 aprile, racconta la sfortunata disavventura di Filippo, un gigolò sexy e dal fisico asciutto e palestrato interpretato da Francesco Arca, ma con la voce di Lillo, che per una serie di circostanze si trasforma in un uomo qualunque, con sembianze assolutamente differenti, un uomo che non è più né sensuale né desiderabile, anche se molto simpatico: Lillo, appunto. Solo che Filippo non si rende ben conto che la sua carriera è finita, non essendo più il gigolò più avvenente e desiderato in circolazione. Del suo io originario ha infatti conservato soltanto la logorrea, un parlare continuo, anche nei momenti in cui il silenzio sarebbe veramente d’oro, fatto di frasi fatte e luoghi comuni. Come fare per ritornare in pista?

Sarà la sua manager Gerarldine (una Daniela Piperno in perfetto stile Linda Hunt di NCIS L.A.) a mandarlo da un suo amico, un ex gigolò che ai suoi tempi era il più grande e il più capace ad affascinare una donna, ma l’operazione si rivelerà un totale fallimento. Finché Filippo non incontrerà Juanita (una sorprendente Maryna, la nota youtuber al suo esordio in un film) che si innamorerà pazzamente di lui. C’è solo un piccolo problema: la focosa ragazza è figlia di una coppia di pericolosi narcotrafficanti: Joaquim, che uccide chiunque si avvicini alla sua bambina per toccarla, e Maria, che si rivelerà poi il vero capo, interpretati da un sempre grande Corrado Guzzanti e da una sempre bravissima Ilaria Spada, soprattutto in ruoli rumorosi e sopra le righe come questo.

Al di là della trama non troppo originale né complessa, Gli idoli delle Donne è un film divertente che, tra le tante citazioni, si avvale di quei classi meccanismi della comicità che non passano mai di moda, come lo scambio di persona, o il parlare seguendo, ovviamente in modo completamente sbagliato, le istruzioni di un auricolare nel corso di una cenetta al lume di candela; così come il non riconoscere i tre servitori filippini di Max e il non riuscire a seguire gli assurdi rituali del guru. Ottimo il cast de Gli Idoli delle Donne che si completa con i camei di Valerio Lundini e Marco Marzocca. Il nostro videoincontro con Lillo, Greg, Corrado Guzzanti, Ilaria Spada, Francesco Arca, Maryna, Daniela Piperno, Eros Puglielli: