Denise Tantucci tra Buio e Nanni Moretti, videointervista

L’abbiamo vista spesso in televisione, da Provaci ancora Prof dove interpretava Giusy a Don Matteo dov’era Dafne, poi in Un medico in famiglia ha dato vita alla giovane albanese Giada fino a Braccialetti Rossi e Sirene. Ma a Denise Tantucci il cinema è sempre piaciuto e dopo Ma tu di che segno 6? di Neri Parenti arriva pure in Ben Hur di William Wyler e in Likemeback di Leonardo Guerra Seràgnoli a fianco di Blu Yoshimi e Angela Fontana. E adesso la sua attenzione è tutta verso il grande schermo. Così ci ha infatti raccontato la giovane attrice fanese ad Alice nella Città, nell’ambito della Festa del Cinema di Roma, dove l’abbiamo incontrata in occasione dell’anteprima di Buio di Emanuela Rossi. In questo noir tutto italiano e molto al femminile, Denise Tantucci interpreta Stella, una diciassettenne che con le due sorelle minori Luce e Aria, a dispetto dei nomi, vive in una casa dalle finestre sbarrate senza alcun contatto con il mondo esterno. Soltanto il padre esce, ma sempre infilato in una tuta termica e con una maschera antigas, e quando la sera rientra racconta alle sue tre figlie dell’Apocalisse in corso dovuta al sole divenuto troppo forte, tanto che le donne non resistono, per questo non possono uscire. Due terzi dell’umanità è già stata decimata. La loro vita claustrofobica viene, per così dire allietata da giochi particolari, chiamati Festa dell’aria e Picnic al lago, una gita in realtà che le porta soltanto in salotto a ricordare la loro bellissima mamma morta. Anche se il padre non vuole perché pretende che cancellino completamente il loro passato. Finché una sera Luce, raggiunta l’adolescenza, comincia a farsi delle domande. Il padre si infuria ancora di più e Stella difende la sorella, ma l’uomo non torna più a casa, il cibo finisce e Stella prende coraggio e decide di uscire. Buio uscirà in sala probabilmente l’anno prossimo così come Tre Piani di Nanni Moretti che l’ha voluta nel suo nuovo film a fianco di Riccardo Scamarcio e Margherita Buy. La nostra videontervista a Denise Tantucci:

at massa felis id amet, venenatis libero.