Cuori: negli anni sessanta tra aritmie, camici e minigonne. Videointerviste al cast

Ci sono cuori e cuori. Cuori da curare materialmente e cuori di cui prendersi cura con amore e sentimento. Cuori è il titolo della nuova serie di Rai 1 diretta da Riccardo Donna al via domenica 17 ottobre che li contempla entrambi. Cuori e batticuori, insomma. Non un classico medical drama, anche se non mancano gli innamoramenti in corsia, ma uno spaccato di quello che era la medicina dell’epoca con una bellissima ricostruzione dei favolosi anni Sessanta, quando anche in Italia c’era un grande fermento. Anche nel mondo della ricerca e in particolare della cardiologia. Obiettivo comune in quell’ambito era la sostituzione in toto di un cuore malato con un cuore sano. Non per nulla il 3 dicembre 1967 il chirurgo sudafricano Christian Barnard eseguì il primo trapianto al mondo. Ma anche i medici italiani fecero tante cose buone. E molti di loro divennero delle vere e proprie star, al pari di quelle cinematografiche.

Cuori si svolge all’ospedale Molinette di Torino dove il reparto di cardiologia è diretto dal professor Cesare Corvara interpretato da Daniele Pecci, un grande medico dal fare pacato e rassicurante, ma molto lungimirante e ambizioso, nel senso buono del termine, che richiama dall’estero il dottor Alberto Ferraris (Matteo Martari) che vuole assolutamente al suo fianco nel tentare l’impresa. Con loro lavorano anche il dottor Enrico Mosca, interpertato da Andrea Gherpelli, una sorta di antagonista di Corvara, se vogliamo, e capiremo poi il perché. E poi ci sono l’infermiera ferrista, ci tiene a sottolinearlo, Serenella Rinaldi cui dà vita Neva Leoni (peraltro appena ritornata anche al Paradiso delle Signore…); l’anestesista dongiovanni Ferruccio Bonomo interpretato da Marco Bonini (anche lui tra Cuori e il Paradiso cade un po’ in confusione come ci racconta nella web serie Crossing character che vi consiglio di andare a cercare); lo specializzando Fausto Alfieri interpretato da Carmine Buschini che torna quindi nel mondo ospedaliero dove, possiamo dire, è artisticamente natograzie a Braccialetti Rossi, ma qui “nel backstage della professione” ci dice nella nostra videointervista. C’è anche la figlia di Corvara, la ribelle e un po’ viziata Virginia, ad interpretarla è Bianca Panconi che presto vedremo nel nuovo film di Gabriele Salvatores Il ritorno di Casanova che segna anche il suo debutto cinematografico. E poi arriva lei: la dottoressa Delia Brunello, ovvero Pilar Fogliati che sta benissimo in look anni sessanta: bellissima, controcorrente, camice bianco e minigonna, ma bravissima nell’auscultare i battiti e capire al volo qual è il problema. Un po’ meno brava a comprendere il suo di cuore, in particolare da quale parte preferisce battere. Ma lascio a tutti loro la parola: Ecco le nostre videointerviste a Pilar Fogliati, Daniele Pecci, Andrea Gherpelli, Neva Leoni, Marco Bonini, Carmine Buschini, Bianca Panconi:

Le foto sono di Angelo Costanzo