Cultura a Roma, si riparte il 19 maggio con nuove regole

E’ una riapertura graduale, e con nuove regole di fruizione, quella che attende la cultura a Roma: da martedì 19 maggio riaprono al pubblico i Musei Capitolini, il Museo di Roma a Palazzo Braschi e il Palazzo delle Esposizioni.

I Musei Capitolini saranno aperti dal 19 al 21 maggio solo per i possessori MIC (vedi nota in calce) previa prenotazione, dal 22 previa prenotazione per tutti (MIC inclusa).

La riapertura avverrà nel rispetto delle linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. 

Al Museo di Roma a Palazzo Braschi il pubblico avrà l’opportunità di visitare anche la mostra Canova. Eterna Bellezza, eccezionalmente prorogata fino al 21 giugno 2020. 

A Palazzo delle Esposizioni le rassegne sono state prorogate: riprendono la mostra Metropoli di Gabriele Basilico, dedicata a uno dei maggiori protagonisti della fotografia italiana e internazionale, la grande antologica sull’artista americano Jim Dine e Condizione Assange, quaranta ritratti di MiltosManetas

Dal 26 maggio tornano accessibili 12 biblioteche civiche che saranno seguite – gradualmente – dalla riapertura dell’intera rete. 

Seguirà a questa prima fase la ripresa delle attività dal 2 giugno nei musei dell’Ara PacisMercati di Traiano, Fori Imperiali, Centrale Montemartini, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia, Museo Bilotti, Museo Barracco, Museo Napoleonico, Museo Canonica, Museo della Repubblica romana, Casal de’ Pazzi, Museo delle Mura e nelle aree archeologiche aperte al pubblico.

Il 3 giugno aprirà anche l’Archivio Storico Capitolino

Come acquistare il biglietto per i Musei civici e come si svolge la visita. Obbligatorio il  preacquisto da casa dei biglietti di ingresso ai musei e/o alle mostre ospitate tramite il sito www.museiincomuneroma.it (acquisto con 1€ di prevendita), con l’assegnazione di fasce orarie in cui presentarsi per entrare al museo e iniziare la visita.

Una volta completato l’acquisto sarà sufficiente stampare la ricevuta e mostrarla cartacea o digitale all’ingresso del museo o della mostra.  All’arrivo al museo, il visitatore dovrà attendere il proprio turno di ingresso e mantenere la distanza di sicurezza. Verrà sottoposto a misurazione della temperatura tramite termoscanner e in caso di un risultato uguale o superiore ai 37.5 gradi non gli verrà consentito l’accesso.

Ai varchi di accesso e nelle sale interne saranno disponibili gel disinfettanti per igienizzare le mani.  All’interno delle sale espositive sarà obbligatorio l’utilizzo delle mascherine e il mantenimento della distanza di sicurezza dalle altre persone. 

A Palazzo delle Esposizioni è stato predisposto un apposito decalogo igienico-sanitario per garantire la massima protezione di visitatori e personale addetto. Prima della visita è necessaria la prenotazione gratuita. L’ingresso avverrà con biglietto elettronico o Print@Home da esibire al controllo accessi. Per entrare negli spazi saranno obbligatori la misurazione della temperatura e l’uso della mascherina. Gli ingressi saranno contingentati e scaglionati ogni mezz’ora con obbligo di seguire la segnaletica e mantenere la distanza di sicurezza. Saranno vietati gli assembramenti. Informazioni www.palazzoesposizioni.it

Tutte le informazioni di sicurezza si trovano su www.museiincomuneroma.it o chiamando lo 060608.  

L’esperienza dal vivo si affiancherà all’offerta digital de #laculturaincasa, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale con la collaborazione di tutte le istituzioni culturali cittadine, che in queste settimane di lockdown ha raccolto più di 31 milioni di visualizzazioni web e social.

Nota: grazie alla MIC, lo strumento ideato e creato a luglio 2018 da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, chi vive, lavora e studia a Roma e nella Città Metropolitana avrà nella card lo strumento di eccellenza per entrare al costo di 5 euro per 12 mesi nei Musei Civici.

Innanzi tutto, chi ha già la MIC ha diritto ad una proroga di tre mesi della validità della carta.

Poi, per i possessori, la prenotazione obbligatoria allo 060608 sarà gratuita per entrare nei Musei Civici.

La chiamata al numero gratuito attiverà un biglietto, anch’esso gratuito, da mostrare all’ingresso insieme alla MIC.

Inoltre, per i possessori della card, rimane l’obbligo del preacquisto del biglietto anche per la mostra Canova. Eterna bellezza, accessibile con riduzione sul costo del ticket.

Anche tutte le categorie beneficiarie di gratuità secondo le norme vigenti dovranno prenotare gratuitamente il turno d’ingresso allo 060608.

Si consiglia l’acquisto della MIC Card online (acquisto con 1€ di prevendita) con ritiro in biglietteria dei musei.