Bullo Man: applausi, risate, musica e star per il musical contro il bullismo con Leo Gassmann

Papà e mamma non potevano mancare al debutto sul palcoscenico di Leo Gassmann che in Bullo Man abbiamo visto recitare, cantare e persono ballare nel ruolo di un insolito Gomez Addams. Così tra i primi ad arrivare ieri sera all’Auditorium della Conciliazione di Roma sono stati proprio Alessandro Gassmann e Sabrina Knaflitz. Molti altri gli ospiti dello spettacolo promosso e organizzato dal Centro Nazionale contro il Bullismo – Bulli Stop nell’ambito della sua attività di Teatro Pedagogico, in primis i suoi ambasciatori, dalla madrina Maria Grazia Cucinotta a Luca Tommassini, Paolo Ruffini e Paolo Genovese, ma anche Gabriel Garko, Imma Battaglia, Edoardo Bennato.

Non sono mancati neanche tanti giovani artisti del momento venuto a sostenere i loro coetani sul paco, come Beatrice Grannò (Doc Nelle tue mani), Demetra Bellina (Tutta colpa di Freud, Non mi lasciare), Giacomo Giorgio (Mare fuori), Blu Yoshimi (Like me Back, Gli indifferenti), Francesco Gheghi (A muso duro, Mio fratello rincorre i dinosauri, Il filo Invisibile, il TikToker e cantante Vincenzo Cairo.

Un successo di pubblico che si deve soprattutto al cast che, oltre al già citato Leo, trova di certo la sua forza in Martina Attili e Nicol Rossi nei ruoli di Mercoledì e Morticia Addams, e in Matteo Valentini, Michelangelo Vizzini e Jasmin Zangarelli che interpretano Denis Buonisky/Bullo Man, Captain America/papà Buonisky e Wonder Woman /mamma Buonisky. 

La storia di Bullo Man è infatti basata sull’incontro/scontro tra due due famiglie antagoniste sull’ionda di un episodio di bullismo che vede protagonista i rispettivi figli Mercoledì e Denis. Tra canti e balli scatenati, gag e battute divertenti, pozioni magiche, scambi di ruoli e sorprese, è ricca di colpi di scena e di capovolgimenti. Diverte, ma riesce anche a far riflettere sull’importanza di non sottovalutare il bullismo che spesso si nasconde in contesti e persone inaspettate, e sull’unica via di uscita che è il parlarne, sempre, sia per i bulli che per i bullizzati.

La peculiarità di Bullo Man, che dopo la prima romana punta ad un tour nazionale, è che è tutta opera di studenti e ragazzi non professionisti di ogni età che, divisi in laboratori in base alle proprie abilità, si sono impegnati con passione e dedizione a scriverlo e costruirlo, dalle scenografie alle luci, dai costumi alle locandine, sotto la guida della professoressa Giovanna Pini, presidente di Bulli Stop. 

Ed è proprio ciò che è stato sottolineato dai presentatori per caso Diletta Begali, che sul palco ha poi anche interpretato Nonna Addams, e Mattia Falessi in apertura del pre-show condotto da Enrico Papi che ha invitato i testimonial del Centro a salire sul palco: Maria Grazia Cucinotta, Paolo Genovese, Luca Tommassini e Paolo Ruffini, oltre al generale dei Carabinieri Luciano Garofano, il legale e il neuropsichiatra del Centro, avvocato Dottor Eugenio Pini e Professor Matteo Villanova.

Oltre ad essere un momento di riflessione, il pre-show è stato un vero spettacolo nello spettacolo tutto musicale che ha visto esibirsi sul palcscenico le guest star Federica Carta (Sanremo 2019, ultimo singolo Tocca a me), Matteo Faustini (cantautore, Sanremo 2020, Premio Lunezia, autore della canzone Il gobbo), Fellow (finalista XFactor 2021), Federica Marinari (Amici, The Voice), Matteo Alieno (cantautore romano, Primo Maggio 2020), Matteo Costanzo (cantautore e produttore, tra gli altri, di Leo Gassmann e Ultimo), Eliachesuona (cantautore e musicista ravennate, ha scritto la canzone contro il Bullismo Talpa dal muso stellato).

A seguire, appunto, Bullo Man,  si è concluso dopo un paio d’ore, intervallo compreso, con lunghi applausi a tutti i 200 ragazzi saliti sul palcoscenico assieme alla professoressa Giovanna Pini e a Enrico Papi sotto una pioggia argentata tra luci e fumogeni da palco.

Il ricavato dello spettacolo verrà devoluto al Centro Nazionale Contro il Bullismo – Bulli Stop per fornire, gratuitamente, la prima assistenza legale, pedagogica, neuropsichiatrica e psicologica a tutti i ragazzi vittime di bullismo e alle loro famiglie e per sostenere le molteplici attività, di sensibilizzazione prevenzione e contrasto a bullismo e cyberbullismo che il Centro Nazionale svolge in tutta Italia.

Qui trovate le videointerviste a Leo Gassmann, Martina Attili e Matteo Valentini, qui invece una videosintesi dello spettacolo e a seguire una galleria di immagini della serata (le foto sono di Angelo Costanzo):