A Casa Tutti Bene: la serie si tinge di crime, videoincontro con regista e cast

Se avete amato il film, a mio avviso amerete ancora di più la serie. Presentata in anteprima come evento speciale alla Festa del Cinema di Roma, arriva lunedì 20 dicembre su Sky A Casa tutti Bene La serie dove quel tutti bene vuol dire ovviamente ed esattamente l’opposto. Prima esperienza seriale per Gabriele Muccino che dopo aver diretto la fortunata pellicola di tre anni fa, non ha voluto lasciare ad altri le redini della sua creatura in otto episodi.

Tutti diversi gli interpreti per una storia simile ma con l’aggiunta della pennellata crime che si evidenzia sin dalla sigla e poi dai flashback di alcuni personaggi chiave, e una location meno ariosa del film: non più quindi un’isola del sud, ma un famoso ristorante romano, il San Pietro, comunque sempre  di proprietà dei Ristuccia, mentre l’occasione per ritrovarsi tutti non sono le nozze d’oro dei capostipiti Alba e Pietro, ma il settantesimo compleanno di quest’ultimo. I nomi dei personaggi sono rimasti gli stessi e si può anche rischiare di distrarsi man mano che compaiono nel racconto chiedendosi “chi lo/la faceva lui/lei nel film?”, per cui vi consiglio vivamente di non farlo e di godervi il racconto di A Casa tutti Bene La serie che è di gran lunga più intrigante di quello del pezzo unico. Un cast forse in parte meno popolare e noto ma senza nulla da invidiare all’altro, composto da Laura Morante e Francesco Acquaroli che sono appunto Alba e Pietro Ristuccia, Francesco Scianna, Silvia D’Amico e Simone Liberati che interpretano i loro tre figli Carlo, Sara e Paolo. Euridice Axen è invece Elettra, ex moglie di Carlo, l’esordiente Sveva Mariani è Luna, la figlia della coppia, Franceco Martino è il cuoco Manuele che con lei ha una storia, Laura Adriani è Ginevra, compagna di Carlo; Antonio Folletto è il fredifrago Diego, compagno di Sara. Maria Chiara Centorami è la solare Isabella da sempre innamorata di Paolo.

E ancora, Paola Sotgiu interpreta Maria Mariani, sorella di Pietro e madre di Sandro e Riccardo Mariani; Sandro, tenerissimo nel suo Alzheimer, è Valerio Aprea, e Riccardo è Alessio Moneta. Emma Marrone – già voluta da Muccino nel cast de Gli anni più belli qui la videointervista a Emma è Luana che da Riccardo aspetta un figlio, mentre Milena Mancini è Beatrice, compagna di Sandro. Senza dimenticare il fenomeno del momento Federico Ielapi che è sia Paolo da piccolo he suo figlio, la giovanissima Giulietta Rebeggiani, già ammirata in Favolacce, e Mariana Falace. 

Al centro si A Casa tutti Bene La Serie sempre le dinamiche familiari, spesso crudeli e false, ma altrettanto spesso forti e inattaccabili, le strategie di convivenza, le debolezze, i sentimenti, l’odio e l’amore, i ricatti e i segreti. E il non saper essere felici insieme. Un po’ tutti noi, insomma. Perchè, per dirla con le parole di Muccino “la famiglia è un ring nel quale è difficile restare in piedi a lungo senza arrivare prima o poi a qualche forma di insofferenza, di scontro, di provocazione, di tradimento lieve o grave che sia, se la famiglia fosse una bolla di serenità, questa oasi verrebbe replicata nella società intera che ubbidirebbe alle sue stesse dinamiche. Ma non è così. Non è infatti realistico pensare ad una società in cui l’armonia e la pace non vengano interrotte dall’implacabile e inesorabile istinto di sopraffazione degli esseri umani. La serie non fa altro che esplorare ognuno dei 19 personaggi che compongono il mosaico di questa famiglia allargata e muovere un primo tassello che causerà un effetto domino irreversibile che andrà ad intaccare, a deteriorare, a distruggere un equilibrio precario e di facciata che tutti avevano cercato di mantenere troppo a lungo“. Il nostro videoincontro con Gabriele Muccino, Francesco Scianna, Silvia D’Amico e Simone Liberati