Lino Guanciale lascia Che Dio ci aiuti per La porta rossa, videointervista

Ebbene sì, care le nostre fan di Lino Guanciale, alias Guido Corsi di Che Dio ci aiuti, preparatevi pure a dire addio al vostro attore preferito… che poi addio neanche tanto visto che la prossima settimana lo vedrete per ben tre sere in 7 giorni e poi due volte a settimana anche se in tutt’altra veste. Ma andiamo con ordine. In Che Dio ci aiuti 4 Guido finalmente s’è sposato con Azzurra (Francesca Chillemi) ma, ahinoi, è partito quasi subito per Londra con il piccolo Davide e tutti si chiedono se lo rivedremo prima della fine della quarta stagione della serie, ovvero nelle prossime ed ultime due puntate. Vi diciamo quindi subito che sì, nella prossima puntata Guido torna a Fabriano per stare vicino ad Azzurra e già che c’è pure per aiutare Suor Angela alle prese con il piccolo Mauro dopo la separazione dei genitori, ma poi nell’ultima puntata… “Ho chiesto di uscire da Che Dio ci aiuti 4 ma anche di farlo nella maniera più armonica possibile alla narrazione – ci dice Lino Guanciale nella nostra videointervista che trovate fine articolo – è giusto quindi che Guido torni da Azzurra a vedere come va e poi ci sarà un gran bel finale. E poi è meglio uscire quando hai ancora il gradimento del pubblico e non hai esaurito ciò che avevi da dare e da dire”. Saggio. Come saggio Lino Guanciale si è sicuramente dimostrato accettando il ruolo di Leonardo Cagliostro ne La porta rossa, la nuova serie di Rai 2 in onda dal 22 febbraio in prima serata il mercoledì e il venerdì per sei settimane, ideata niente meno che da Carlo Lucarelli e diretta da Carmine Elia. Il Lino Guanciale che vedremo sarà molto diverso da Guido di Che Dio ci aiuti e pure dallo scanzonato CC de L’Allieva: il suo ruolo ne La porta rossa è infatti quello di un commissario di nome Leonardo Cagliostro, che è già tutto un programma, ucciso in un’operazione di polizia e da allora in bilico tra l’aldiqua e l’aldilà, impossibilitato ad oltrepassare la porta rossa dalla quale non farebbe più ritorno perché ha ancora una missione importante da compiere, anzi due: scoprire il suo assassino che non ha visto perché colpito alle spalle e salvare sua moglie Anna (Gabriella Pession) dalla quale si stava per separare, in serio pericolo di vita. “Da attore è stata una vera sfida, spero che venga apprezzato – ci dice ancora Lino Guanciale sul suo nuovo personaggio – l’educazione sentimentale di Leonardo si completa quando lui già non c’è più, ma è ciò che lo rende più affascinante di quanto non potesse essere se fosse rimasto in vita…” Questo ed altro nella nostra videointervista a Lino Guanciale: