La Pellicola d’Oro, il premio ai mestieri del cinema italiano

Per fare un bel film non bastano un bravo regista e degli attori preparati e affermati, ci vogliono tante altre persone cui non si pensa mai quando siamo al cinema o davanti alla televisione a goderci il prodotto finito. Eppure senza di loro nessun film potrebbe mai vedere la luce. A loro da sette anni è principalmente dedicato La Pellicola d’Oro, prestigioso premio cinematografico, presentato questa mattina a Roma, ideato dal regista e scenografo Enzo De Camillis, presidente della Sas Cinema che assieme all’Associazione Culturale Articolo 9 Cultura e Spettacolo lo promuove e lo organizza, e che dall’anno scorso si tiene anche a Lisbona e a Sofia. Parliamo di montatori, tecnici, costruttori, attrezzisti, sarti, stuntmen, veri e propri artigiani del nostro cinema che hanno contribuito alla realizzazione di film come La pazza gioia, 7 minuti, Un paese quasi perfetto, Ustica e molti altri. A fine articolo trovate la lista completa delle cinquine de La Pellicola d’Oro tra cui però non mancano quelle del miglior attore e della migliore attrice: candidati Stefano Fresi, Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Kim Rossi Stuart, Ennio Fantastichini, Matilda e Angelis, Sara Serraiocco, Claudia Gerini, Micaela Ramazzotti, Laura Chiatti. 14 le categorie, a giudicare i candidati al premio una giuria composta da ben 150 addetti ai lavori.

Quest’anno la cerimonia di premiazione de La Pellicola d’Oro si svolgerà a Roma giovedì 20 aprile al Teatro Italia, alla presenza di tanti ospiti tra cui Riccardo Milani, Alessandro Capone, George Hilton. A condurla Edy Angelillo e Ketty Roselli, con le musiche di tante colonne sonore eseguite dalla Banda Musicale dello Stato Maggiore della Marina Militare. Premi alla carriera saranno inoltre consegnati a Giuliano Montaldo, Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David Di Donatello, a Francesco Avenia e Fabrizio Gallo per i quarant’anni di attività della R.E.C., fornitrice di prodotti per la ripresa professionale e di noleggio, a Rita Forzano, attrice e direttore del casting, e a Roberto Perpignani, montatore cinematografico, Presidente F.I.D.A.C. (Federazione Italiana delle Associazioni Cineaudiovisive) e vincitore di quattro David di Donatello. Novità di questa settima edizione una App scaricabile dal sito del Premio La Pellicola d’Oro attraverso la quale si potranno votare gli attori preferiti e vincere una serata con loro. Di seguito tutte le cinquine:

MIGLIOR DIRETTORE DI PRODUZIONE

  • Un paese quasi perfetto – Fabio Carlà

  • Natale a Londra – Edmondo Amati

  • La Pazza Gioia – Valerio Palusci

  • 7 Minuti – Carlo Pasini

  • La stoffa dei sogni – Marta Razzano

MIGLIOR OPERATORE DI MACCHINA

  • Veloce come il Vento – Gianmaria Majorana

  • Non c’è più religione – Matteo Carlesimo

  • La Pazza Gioia – Guido Michelotti

  • La stoffa dei sogni – Aldo Chessari

  • Tommaso – Luigi Andrei

MIGLIOR CAPO ELETTRICISTA

  • In guerra per amore – Pino Meloni

  • La Pazza Gioia – Fabio Scepi

  • Qualcosa di Nuovo – Marco Sticchi

  • La stoffa dei sogni – Ettore Abate

  • Pericle il Nero – Tanguy Delhez

MIGLIOR CAPO MACCHINISTA

  • In guerra per amore – Piero Bosi

  • L’estate addosso – Cesare Emidi

  • Veloce come il vento – Luca Pagliara

  • Tommaso – Sandro Fabbriani

  • La Pazza Gioia – Fabio Fumelli

MIGLIOR ATTREZZISTA DI SCENA

  • Veloce come il vento – Enrico Frullani

  • La stoffa dei sogni – Gianluca Piola

  • La Pazza Gioia – Vladimiro Cecconi

  • Non c’è più religione – Riccardo Passanisi

  • 7 Minuti – Stefano Morbidelli

MIGLIOR STUNTMAN

  • La Pazza Gioia – Emiliano Novelli

  • La pelle dell’orso – Stefano Mioni

  • Veloce come il vento – Emiliano Novelli

  • Ustica – Giorgio Savino

  • In guerra per amore – Emiliano Novelli

MIGLIOR SARTA DI SCENA

  • La Pazza Gioia – Patrizia Martella

  • La stoffa dei sogni – Silvia Lombardi

  • Natale a Londra – Clara Ferrazzilli

  • In guerra per amore- Elena Pascaniuc

  • Veloce come il vento – Rossella De Nitti

MIGLIOR TECNICO DI EFFETTI SPECIALI

  • Ustica – Silvano Scasseddu

  • Veloce come il vento – Salvatore Napoletano

  • In guerra per amore – Franco Sabelli

  • In guerra per amore – Fabio Mauro Traversari

  • In guerra per amore – Pasquale Catalano

MIGLIOR SARTORIA CINETEATRALE

  • La Macchinazione – Annamode 68

  • In guerra per amore – Nori

  • Un paese quasi perfetto – Annamode 68

  • Non c’è più religione – Nori

  • Tommaso – Tirelli

MIGLIOR CAPO COSTRUTTORE

  • Il sogno di Francesco – Vincent Fuchs

  • In guerra per amore – Vittorio Imperia

  • La cena di Natale – Corrado Costruzioni

  • Natale a Londra – Gianluca Franculli

  • La ragazza del mondo – Mario Belcastro / Stefano Pignani

MIGLIOR STORY BOARD ARTIST

  • Forse…sì, lo voglio – Laura Grandi

  • Ustica – Cane Cane

  • Pericle il Nero – Marco Valerio gallo

  • La Stoffa dei sogni – Francesco Grant

  • La Pelle dell’orso – Carlo Piu

MIGLIOR CREATORE DI EFFETTI SONORI

  • Veloce come il vento – In House Srl

  • La Pelle dell’orso – Francesco Albertelli

  • Natale a Londra – Anzellotti Sound Effects

  • La Pazza Gioia – Studio 16 Sound

  • Qualcosa di nuovo – Anzellotti Soung Effects

MIGLIOR ATTORE

  • Al posto tuo – Stefano Fresi

  • Caffè – Ennio Fantastichini

  • Veloce come il vento – Stefano Accorsi

  • Tommaso – Kim Rossi Stuart

  • Che vuoi che sia – Edoardo Leo

MIGLIOR ATTRICE

  • La ragazza del mondo – Sara Serraiocco

  • Veloce come il vento – Matilda De Angelis

  • La Cena di Natale – Laura Chiatti

  • Il Traduttore – Claudia Gerini

  • La Pazza Gioia – Micaela Ramazzotti