Smetto quando voglio Masterclass, videointervista a Greta Scarano

Romana, bellissima, occhi enormi e trasparenti, Greta Scarano il primo ruolo importante in TV lo interpreta a vent’anni in Un posto al sole ed è quello di Sabrina, poi la ritroviamo in Romanzo Criminale – La serie come Angelina, prima di dar vita all’ispettore Francesca Leoni di Squadra Antimafia, mentre al cinema si fa conoscere con Senza nessuna pietà di Michele Alhaique accanto a Pierfrancesco Favino, con Suburra di Stefano Sollima dove la sua interpretazione di Viola le fa vincere un meritato Nastro d’Argento e un altrettanto dovuto Ciak d’Oro, mentre lo scorso ottobre ci ha regalato una sorprendente interpretazione di Sabrina Minardi ne La verità sta in cielo, film sul caso Orlandi diretto da Roberto Faenza. A breve la rivedremo in televisione di nuovo come poliziotta in uno dei quattro film sulla mafia prodotti da Taodue dove interpreta Emanuela Loi, morta nella strage di Via D’Amelio. Adesso però è decisamente il momento della commedia: da giovedì 2 febbraio Greta Scarano torna infatti sul grande schermo in Smetto quando voglio – Masterclass, il secondo esilarante film della trilogia di Sydney Sibilia che ricompone la scalcinata banda di ricercatori e cervelloni finiti in galera al termine del primo capitolo per aver inventato e spacciato una droga “legale”. Greta Scarano è una delle nuove entrate nel cast assieme a Giampaolo Morelli, Luigi Lo Cascio (qui la nostra videointervista a Luigi Lo Cascio), Marco Bonini e Rosario Lisma, che si aggiungono ai ritrovati Edoardo Leo (qui la nostra videointervista a Edoardo Leo), Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti e Valeria Solarino. In Smetto quando voglio – Masterclass Greta Scarano torna a fare la poliziotta, precisamente l’ispettore Paola Coletti alla quale si deve l’innesco di tutta la nuova storia perché è proprio lei, definita “una pazza” dalla stessa Scarano, a chiedere al detenuto Pietro Zinni di rimettere su la banda, ma che stavolta sia al suo servizio, come una task force in superincognito contro le smart drugs, in cambio di una bella ripulita alla fedina penale di tutti i suoi componenti. Un film che l’ha divertita molto soprattutto nella trasferta thailandese, come ci racconta la stessa Greta Scarano nella nostra videointervista: