ZeroZeroZero, parlano Roberto Saviano, Stefano Sollima, Adriano Chiaramida

Un viaggio. Stavolta non metaforico. Un viaggio vero. Ma non di una persona. Di un carico di cocaina. ZeroZeroZero è la serie originale Sky tratta dall’omonimo libro di Roberto Saviano (Feltrinelli) diretta da Stefano Sollima affiancato da Pablo Trapero e Janus Metz, attesa in Italia e in molti altri paesi del mondo nel 2020, e presentata in anteprima mondiale giovedì 5 settembre come Evento Speciale fuori concorso a Venezia 76. Nel cast Gabriel Byrne, Francesco Colella, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida, Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Harold Torres, Tcheky Karyo.

Quando si scrivono libri su questo tema – ha detto Roberto Saviano in conferenza stampa – le immagini sono dominanti e la traduzione cinematografica o in serialità sembra naturale. Il genere letterario che affronta questo tema è gemello di quello che sta nascendo nel cinema italiano nel raccontare queste storie”. ZeroZeroZero racconta l’intero iter della droga sin dal momento in cui un clan della ‘ndrangheta decide di comprarlo, dalla sua partenza dal Messico nascosta in una nave portacontainer lungo tutto il suo percorso, del come e del dove, e soprattutto del chi, fino all’arrivo a destinazione, l’Italia, pagamento incluso. E l’affare è fatto. Le storie dei personaggi di ZeroZeroZero non sono che il mezzo attraverso il quale mostrare a più gente possibile come l’economia illegale possa rientrare in quella legale, con i suoi meccanismi e stratagemmi, e come tutto questo porti a dirigere, con una logica di controllo e potere, le vite delle persone. “Era interessante affrontare un tema già affrontato in altri film e serie ma qui in un modo speciale – spiega Stefano Sollimaraccontando come il mondo e l’economia globale sia pesantemente colpita dal traffico di cocaina e come tutti noi lo siamo, indipendentemente dall’esserne coinvolti o meno”.

A livello globale, perché tutto è connesso. Dai cartelli messicani che gestiscono la produzione di coca, la merce più diffusa e redditizia consumata a tutti i livelli sociali, alle organizzazioni criminali italiane che si occupano della sua distribuzione in tutto il mondo, non senza la complicità delle insospettabili compagnie americane che si occupano dei profitti, che sono tanti soldi, tantissimi. Si guarda ad ogni livello, al piccolo spacciatore in strada, che spesso finisce male, al boss potente e, apparentemente, intoccabile. Ma “ZeroZeroZero non è una serie sul narcotraffico – sottolinea Saviano – ma sul potere della cocaina, nulla si vende e rende di più al mondo, a tutti i livelli, dai camionisti ai chirurghi”. La videosintesi della conferenza stampa con Roberto Saviano, Stefano Sollima e Adriano Chiaramida: