Vite divergenti: il mondo transgender su Real Time tra interviste e docuserie, in collaborazione con il MIT di Bologna

“Non sono nata in un corpo sbagliato, io sono nata nel mio corpo e rivendico il diritto di farci quello che voglio”. Così Ottavia, occhi azzurri, lunghi capelli biondi e orecchini di perla, professione architetto, nella prima intervista di Storie di un altro genere, da stasera 21 settembre in prima serata su Real Time, una produzione italiana originale in collaborazione con il MIT, il Movimento Identità Transessuale, associazione onlus di Bologna che difende e sostiene i diritti, il benessere e la dignità delle persone transessuali, travestite e transgender. “La prima persona a cui l’ho detto è mia moglie, la madre dei miei figli – continua Ottavia – è fondamentale che l’altro genitore comprenda e aiuti”. E poi “la transazione non è una scelta – spiega – ma la vita di una condizione che ho percepito sin dall’infanzia”.

14 in tutto le interviste della durata di tre minuti ciascuna, a svelare e raccontare senza pietismi o pregiudizi la realtà trans italiana tra storie di violenza e discriminazione, ma anche divertenti e appassionate, e a inaugurare un ciclo di appuntamenti dal titolo Vite divergenti per sensibilizzare il pubblico sul tema transgender. Dopo ogni storia raccontata dal protagonista in persona, debutteranno infatti tre docuserie internazionali. Si comincia stasera stessa alle 21.10 con Tutto su mio padre, 10 episodi da 60 minuti ciascuno trasmessi lo scorso giugno su ABC Family. Al centro la transazione da uomo a donna, ovvero da Charlie a Carly, vista attravero gli occhi di suo figlio che, possiamo dire, l’ha presa molto bene. Ben ha 16 anni e una fidanzatina di nome Danielle “bellissima – dice di lei – con la quale mi diverto molto”, frequenta la scuola superiore e abita a Evanston, vicino a Chicago. Poi scopre che i suoi genitori, presenti e premurosi, stanno divorziando e che suo padre sta cambiando sesso. Nessuna tragedia in casa, piuttosto tanto amore, solidarietà e un pizzico di ironia che non guasta mai. Ovvero, così come dovrebbe andare il mondo.

Dal 26 ottobre sarà poi la volta di Io sono Jazz, 10 episodi trasmessi TLC US, protagonista la giovane e precoce transgender Jazz Jennings e la sua famiglia, mentre dal 16 novembre arriveranno le New Girls on the Block a raccontare la vita di sei donne transgender di Kansas City.

Sul sito ufficiale di Real Time e sui profili social, Discovery Italia ha anche pubblicato una video-infografica con l’obiettivo di favorire una maggiore conoscenza della realtà transgender. Buttarci un occhio non può che far bene.