Videointervista a Bebe Vio: La vita è una figata! E perchè non dovrebbe esserlo?

Tante cose da fare, ma davvero tante. Un mondiale di scherma per esempio, a novembre a Roma, e non è cosa da poco, un nuovo libro da promuvere visto che uscirà il 19 ottobre, e adesso anche un programma televisivo su Rai 1. E ha solo vent’anni. E tutto con un entusiasmo a dir poco incontenibile così come il suo ottimismo. Bebe Vio è un fiume in piena nel corso dell’incontro di oggi a Roma (qui una videosintesi della conferenza stampa), dove la campionessa paralimpica, oro alle Paralimpiadi di Rio dello scorso anno, sta per trasferirsi, e la frase che ha ripetuto più spesso è stata “e il bello è…”. Il bello di tutto, sembra quasi che Bebe Vio, adesso, veda soltanto quello. Lei che sa bene la differenza tra un sogno e un obiettivo, che ha saputo far sua la tecnica della resilienza, che è riuscita ad attuare in pieno quel detto che recita se la vita ti rifila limoni, facci una limonata, e la limonata di Bebe Vio è fresca, dolce, proteica e rigenerante. E frizzante. Perchè lei ne è proprio convinta che in ogni caso, anche se a undici anni le ha portato via gambe e braccia e le ha lasciato dei segni sul viso, comunque bellissimo, che non se ne andranno mai, La vita è una figata! E se le chiedi perché, ti risponde “perché non dovrebbe esserlo?” Ed è proprio questo il titolo dello show della domenica pomeriggio realizzato da Stand By Me e condotto da Bebe Vio che ci accompagnerà per 6 settimane a cominciare da domenica prossima, 8 ottobre, alle 17.45 su Rai 1. Un programma dove si ride e si piange, che la vede ricevere ospiti in un loft che chiama casa, anche se non è la sua vera casa ma lei vorrebbe proprio andare a stare lì, del resto mezzo trasloco è fatto visto che molti degli oggetti e degli arredi provengono dalla sua camera. Ospiti noti e meno noti, grandi, grandissimi e piccoli, ai quali la neo conduttrice si rivolge più volentieri, a parlare in rigoroso stile Bebe Vio, quindi senza filtri, regole o censure, di cose brutte e di cose belle, e a raccontare storie che somigliano alla sua o che potrebbero somigliarle. Si comincia con Paola Turci a giocare davanti allo specchio ognuna con le sue cicatrici; con Pif che pure lui una vittoria la racconta, quella contro la sua timidezza; con Andrea Caschetto, il 27enne ragusano che da quando ha 15 anni si scorda le cose; con Mayla Riccitelli che a 10 anni vuole fare la ballerina nonostante abbia una gamba sola e con Gianluca Maffeis che viaggia attorno al mondo senza aerei. Nel corso della altre puntate de La vita è una figata! vedremo gli incontri di Bebe Vio con Oney Tapia, argento alle Paralimpiadi di Rio e vincitore, non vedente, di Ballando con le stelle, il Trio Medusa, Camila Raznovich, Geppi Cucciari e altri ancora, tra le incursioni di Alex Zanardi, Gabriele Cirilli, Antonella Clerici, Carlo Conti e molti altri. Ecco la nostra videointervista a Bebe Vio:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.