VerticalMovie: vince Apnea di Corrado Ceron, premiati Nuzzo e Rigillo

Il mare a volte può essere cattivo, porta a riva storie che muoiono sotto un lenzuolo… A parlare così è un ragazzino che si chiama Giacomo, sta guardando la TV e vede l’ennesimo naufragio di migranti, sulla sabbia, sotto un piccolo lenzuolo, un piccolo corpo. Giacomo però, dice di sé, è il più grande nuotatore del mondo, sott’acqua si sente invincibile come un supereroe e come tutti i supereroi ha una missione: Faraa, già, proprio quella ragazzina che nella sua mente è viva come non mai,  una ragazzina che non sa fare l’apnea, altrimenti non ci starebbe sotto quel lenzuolo, perché la sopravvivenza è questione di tempo, minuti secondi…  Apnea è il cortometraggio di Corrado Ceron, regista e sceneggiatore vicentino, classe 1980, che ha vinto la prima edizione del VerticalMovie, il primo Festival di video girati in verticale che per quattro serate, da giovedì a domenica, ha illuminato Piazza del Popolo a Roma, ideato e artisticamente diretto da Salvatore Marino e realizzato dal presidente Maurizio Ninfa (Interprojet). Festival conclusosi ieri sera con una finale preentata da Andrea Delogu che ha riproposto i trailer di tutti i 24 corti in concorso scelti tra le tante opere arrivate dall’Italia e dall’estero, tra musica e ospiti, compreso Peter Greenaway, e una giuria presieduta da  Marco Giusti e composta da Federico Moccia, Stefano Reali, Fabio Frizzi, Fioretta Mari, Antonio Tallura, Alberto Molinari, Attilio de Razza, Roberto Bosatra, Claudio Bucci, Gianni Mammolotti,  Capedit, Marco Spoletini, Valentina Flint, Roberto Nepote e Roberto Sergio. Sul palco è salito anche Francesco Montanari a premiare il miglior attore protagonista del VerticalMovie, Mariano Rigillo, interprete del commovente corto di Giuseppe Alessio Nuzzo intitolato Il nome che mi hai sempre dato che si porta a casa anche il premio per la miglior fotografia ad Antonio De Rosa, consegnato da Gianni Mammolotti: “una grande gioia e una grande emozione per più motivi, non sono per questo VerticalMovie ma per una cosa fatta con Giuseppe nata da un momento poetico, e poi non è da tutti i giorni vincere un premio qui in Piazza del Popolo” ha detto dal palco Mariano Rigillo che ha ringraziato anche la sua compagna Cicci Rossini. “Un grande gesto d’amore in questo corto – ha aggiunto il regista – la storia di quest’uomo che ogni giorno va sul lungomare di Gaeta con la foto della moglie scomparsa…”  Tra una premiazione e l’altra, il monologo comico di Marco Capretti, il romano della partenopea Made in Sud di Rai2, presentatore delle tre serate precedenti assieme a Karin Proia; il balletto di Alex La Rosa e le esibizioni musicali di Grace Cambria, Nesli – il cantautore e rapper marchigiano alla vigilia del suo nuovo album Vengo in pace in uscita il 22 marzo e del suo nuovo tour – e, a fine serata, dei Laceblack.

Tutti i vincitori della prima edizione del VerticalMovie:

Premi Giuria di Qualità

Miglior cortometraggio: Apnea di Corrado Ceron

Secondo miglior cortometraggio Golden delicious di Veronika Jelsikova premiato dal presidente del salone dello studente campus Domenico Ioppolo

Terzo miglior cortometraggio Unlink di Raphael Toth premiato Roberto Nepote

Vincitori Sezioni

Vertical Train: La ragazza del chewing gum di Nunzia Mita, ha consegnato il premio Antonella Graziano di Trenitalia Frecciarossa

Vertical Home: Quattro di cuori di Franco Bertini con Flavio Insinna e Dario Bandiera, ha consegnato il premio Mario Breglia per Sidief

Vertical Sport: Io sono il colonnello con Carlo Calcagni, premito dal segretario Coni e Lega Calcio Roberto Fabricini, dal segretario nazionale della Fidal Paolo Pagliaro e dal senatore Claudio Barbaro presidente dell’Asi associazione sportiva italiana.

Premi speciali:

Menzione speciale per la regia a Verso il basso di Federico Bensi premiato da Stefano Reali

Menzione speciale per la sceneggiatura a Verticale di 6 di Massimiliano Pazzaglia premiato da Roberto Bosatra (Bananas-Zelig)

Miglior fotografia: Antonio De Rosa per Il nome che mi hai sempre dato di Giuseppe Alessio Nuzzo premiato dal direttore della fotografia Gianni Mammolotti.

Miglior attore protagonista: Mariano Rigillo per Il nome che mi hai sempre dato premiato da Francesco Montanari

Miglior attore giovane protagonista Alberto Rossi per Navigando nell’inconscio e migliore attrice giovane protagonista Camilla Rinaldi per Fragile premiati da Fioretta Mari

Premi dal pubblico del web

Miglior cortometraggio: Piano B di Vincenzo Comunale premiato da Federico Moccia.

Secondo miglior cortometraggio: Tout va bien di Dario Angelucci premiato da Alberto Molinari di Artisti 7607

Terzo miglior cortometraggio: Offline di Federica Galuppi premiata da Valentina Flint