Uno Maggio Taranto in un docufilm, parla Michele Riondino (video)

Niente concerto in streaming o per registrato per Uno Maggio Taranto, la manifestazione che ogni anno nel giorno della Festa del Lavoro si tiene nel capoluogo pugliese. Lo hanno detto forte e chiaro i direttori artistici Michele Riondino (tutta la sua dichiarazione è in video a fine articolo), Roy Paci e Diodato in totale accordo con i membri del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, che in una situazione come quella che stiamo vivendo è meglio un docufilm: intitolato semplicemente Liberi e Pensanti – Uno Maggio Taranto, andrà in onda su La7 venerdì sera primo maggio dopo Propaganda Live, diretto da Giorgio Testi, Francesco Zippel, Fabrizio Fichera, e prodotto da Pulse Films in collaborazione con Indiana Production, con il ricavato tutto devoluto a Emergency. A Liberi e Pensanti – Uno Maggio Taranto, che racconta della città e dei suoi problemi dando voce ai suoi abitanti, hanno partecipato, tra gli altri, Vinicio Capossela, Piero Pelù, Samuel dei Subsonica, Elio Germano, Carolina Crescentini, Zerocalcare, Ghemon, Brunori Sas, Manuel Agnelli, Rodrigo D’Erasmo, Niccolò Fabi, Negramaro, Elisa, Coma Cose, Mama Marjas, Gabriella Martinelli, Fabio Rondanini. E con importanti e toccanti interventi e testimonianze di attivisti – veri protagonisti della manifestazione, dice Michele Riondino – e di gente comune. C’è anche Raffaele Cataldi, operaio dell’Ilva, che racconta come a Taranto molto spesso condizioni di vita come quelle che stiamo vivendo in tutta Italia per l’emergenza Covid-19, sono all’ordine del giorno. “Abbiamo ideato un contenuto che possa rimanere nel tempo – spiega Diodato che alla sua città ha dedicato la vittoria sanremese con Fai rumore un docufilm con la partecipazione di tanti amici artisti, alcuni che si sono esibiti più volte sul nostro palco, altri che l’avrebbero calcato per la prima volta. È importante la loro partecipazione, in questo modo i tarantini si sentono meno soli”. Per tutta la giornata inoltre saranno attivissimi i canali social di Liberi e pensanti (pagina Facebook) e di Uno Maggio Taranto (Facebook)e Instagram per condividere proposte, contenuti, interventi di associazioni e singoli, e altri artisti e volti noti come Chef Rubio, lo scrittore Cosimo Argentina e il regista Andrea Segre con Il Pianeta Mare, il suo documentario sulla zona industriale di Marghera. Ecco come di tutto questo ha parlato Michele Riondino nella conferenza stampa online di Uno Maggio Taranto: