Un professore: il photocall