Torna il Visioni Fuori Raccordo Film Festival

Dodici documentari in concorso, tra cui due anteprime assolute e 5 romane, a indagare il rapporto tra cinema e città, con le sue migrazioni, identità e confini. Torna dall’11 al 15 novembre a Roma il Visioni Fuori Raccordo Film Festival, teso a valorizzare quelle opere che raccontano di periferie e realtà invisibili. Una rassegna “fondamentale” secondo il direttore Luca Ricciardi che sottolinea come siano ancora oggi “sempre pochi e coraggiosi i distributori che si dedicano al genere e ancor meno gli spazi che gli riservano i palinsesti televisivi”. Fuori concorso, nella sezione Panorama Internazionale, due prime visioni dalla Mostra di Venezia: In Jackson Heights di Frederick Wiseman, film d’apertura mercoledì sera al cinema Farnese Persol, e The Event del regista ucraino Sergei Loznitsa. Tre gli eventi Speciali dalla Festa del Cinema di Roma: il docufilm Showbiz di Luca Ferrari prodotto da Kimera Film e Valerio Mastandrea e due cortometraggi, Quasi eroi e Se avessi le parole, di Giovanni Piperno, scritti e interpretati con i ragazzi della periferia romana del progetto Tor Sapienza Film Lab. In giuria la regista Valentina Zucco Pedicini, la direttrice della fotografia e documentarista Sabrina Varani e Fabio Mancini, commissioning editor del programma DOC3 su RaiTre. Dettagli e programma su fuoriraccordo.it