Taormina Film Fest 2019 con Favino, Nicole Kidman e Oliver Stone

Al via domenica 30 giugno al Teatro Antico di Taormina, che ieri sera ha ospitato la finale dei Nastri d’Argento, Taormina Film Fest 2019, che fino al 6 luglio propone film in anteprima, premiazioni di star internazionali e masterclass doc. Madrina di questa 65esima edizione della kermesse cinematografica l’attrice e modella spagnola Rocío Muñoz Morales mentre a presentare le serate è la conduttrice e attrice Carolina Di Domenico.

Si comincia con Battaglia al Maxxi di Carlo Carlei, breve documentario omaggio a Letizia Battaglia, la fotografa palermitana che con i suoi scatti ha mostrato la mafia al mondo nonostante le minacce ricevute, le musiche sono di Patrick Cassidy & Lisa Gerrard. A seguire Ladies in Black, comedy drama al femminile sulla vita delle commesse dei grandi magazzini di Sydney nell’estate del 1959 del regista australiano Bruce Beresford (A spasso con Daisy), che presenta il suo nuovo film assieme alla protagonista Julia Ormond e poi sale sul palco a ritirare il Taormina Arte Award.

Stesso premio che lunedì va all’attrice Premio Oscar Nicole Kidman, che vediamo in questi giorni su Sky Atlantic nella seconda stagione di Big Little Lies e che terrà anche una masterclass, serata dedicata poi all’anteprima italiana di Yesterday di Danny Boyle con Himesh Patel, Ed Sheeran e Lily James dove si racconta di un fantascientifico blackout mondiale in seguito al quale Jack scopre che i Beatles non sono mai esistiti e che è rimasto l’unico a conoscerli.

Tra le altre anteprime, quella mondiale di Aspromonte – La terra degli ultimi di Mimmo Calopresti presente al Taormina Film Fest 2019 con alcuni protagonisti, ovvero Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi ed Elisabetta Gregoraci, un western atipico anche con Segio Rubini e Valeria Bruni Tedeschi, ambientato alla fine degli anni Cinquanta ad Africo, un paese così isolato che una donna muore di parto perché il medico non riesce ad arrivare in tempo. In anteprima europea Spider-Man: Far From Home, diretto da Jon Watts con Tom Holland, Michael Keaton, Zendaya, Marisa Tomei e Jake Gyllenhaal nelle nostre sale il 10 luglio: SpiderMan non va mai in ferie, neanche quando decide di farlo e godersi in santa pace una vacanza con gli amici… Anteprima anche per Picciridda di Paolo Licata con Lucia Sardo, Ileana Rigano, Marta Castiglia, Katia Greco, Tania Bambaci e Federica Sarno: tratto dal romanzo di Catena Fiorello e ambientato a Favignana negli anni Sessanta, ispirandosi ai tanti episodi verificatisi in quei giorni e in quei luoghi con un forte richiamo ai nostri giorni, il film rappresenta l’infanzia come età della vulnerabilità rappresentata dalla piccola Lucia di 10 anni.

In prima italiana l’attesissimo documentario Sea of Shadows: vincitore del Premio del Pubblico allo scorso Sundance Festival, diretto dall’austriaco Richard Ladkani e prodotto dalla compagnia di Leonardo Di Caprio, segue un gruppo di attivisti guidati dall’italiano Andrea Crosta, presente a Taormina con il regista, fondatore dell’associazione ambientalista Elephant Action League, che lottano per salvare dall’estinzione la vaquita, la più piccola balena al mondo.

Si torna alla musica con il docufilm postumo e incompleto di Sidney Pollack intitolato Amazing Grace sulla giovane Aretha Franklin e sul suo concerto di due giorni nel 1972 dal pulpito di una chiesa battista: realizzato e prodotto da Alan Elliott, non mai stato terminato. Non manca l’horror rigorosamente Made in Sicilia, ovvero Cruel Peter di Christian Bisceglia e Ascanio Malgarini, a raccontare di un misterioso ritrovamento di un archeologo inglese nel cimitero britannico di Messina.

In concorso anche Show Me What You Got, opera prima di Svetlana Cvetko, già direttore della fotografia, prodotta dal regista hollywoodiano Phillip Noyce che l’accompagna, un film che  racconta di Christine, Nassim e Marcello tra i quali, perfetti sconosciuti, scocca quella scintilla che li porterà ad esplorare insieme la propria sessualità in un viaggio tra Los Angeles e l’Italia, mentre singolarmente ognuno di loro combatte perdimostrare il proprio valore al mondo.

Per i corti, Anna della regista siciliana Federica D’Ignoti interpretato da Valentina Lodovini e Pietro De Silva, con la fotografia di Daniele Ciprì, storia con finale a sorpresa di una giovane donna che per la prima volta trova il coraggio di raccontare ad un perfetto sconosciuto tutto il dolore provocatole dall’amore della sua vita Andrea; e La ricetta della mamma di Dario Piana. Tra i documentari The Elephant Queen di Mark Deeble e Victoria Stone.

Per le masterclass si comincia stasera con Pierfrancesco Favino, seguono quindi Nicole Kidman, Peter Greenaway, Oliver Stone, Alessandro Haber, Richard Dreyfuss, Daniele Luchetti e a chiudere Margherita Buy. Tra gli altri premiati illustri al Taormina Film Fest 2019 con il Taormina Arte Award il regista Phillip Noyce, il produttore Fulvio Lucisano, il regista e pittore gallese Peter Greenaway, l’attrice Premio Oscar Octavia Spencer. Ad Oliver Stone, presidente di Giuria, va invece il Premio Angelo D’Arrigo: la premiazione sarà accompagnata dalla proiezione di Nato il 4 luglio del 1989 interpretato da Tom Cruise, vincitore di due Premi Oscar. Il Taormina Film Fest 2019 chiude il 6 luglio con le premiazioni finali dei concorsi e la proiezione di I’ll Find You di Martha Coolidge, storia dei sogni infranti di due musicisti a causa dell’invasione tedesca della Polonia, che riceverà il Taormina Arte Award.

Programma e calendario completi del Taormina Film Fest 2019, prodotto e organizzato da Videobank in collaborazione con la Fondazione Taormina Arte e con la direzione artistica di Silvia Bizio e Gianvito Casadonte, su taorminafilmfest.it