Rumore Bim Festival: videointerviste a Maria Grazia Cucinotta, Samuel Peron, Enzo Paolo Turchi, Massimo Cotto, Arturo Sepe

Si intitola Rumore Bim Festival in omaggio a Raffaella Carrà, l’artista più artista di tutti e di sempre, al quale è dedicato. Ed è un contest in realtà, dove ciò che conta di più non è la vittoria finale, ma la partecipazione e la crescita dei giovani talenti che partecipano con la speranza di essere tra i nuovi protagonisti dello spettacolo italiano. Cantanti e musicisti, ballerini e attori, tutti avranno la loro occasione di arricchire la loro formazione e migliorare, prendendo confidenza con tutto ciò che riguarda il palcoscenico, il pubblico, il palco, il microfono, attraverso corsi, seminari, laboratori e sperimentazione. E a giudicare da coach e giudici, sono davvero in buone mani.

A Maria Grazia Cucinotta, presto al cinema in Il Vecchio e la bambina di Sebastiano Rizzo di cui ci parla nella nostra videointervista, il ruolo di madrina del Rumore Bim Festival, attrice, modella e produttrice uscita anche lei da un talent, quello di Miss Italia, come ci ricorda nella nostra videointervista. Docenti per il ballo e la danza Samuel Peron ed Enzo Paolo Turchi, l’uno con 15 edizioni su 16 di Ballando con le Stelle, l’altro primo ballerino dei varietà storici della Rai, da Canzonissima e Fantastico, e artefice proprio con Raffalla Carrà del mitico Tuca Tuca di cui sta preparando una versione molto speciale, come ci anticipa nella nostra videointervista. Coach per la musica il superesperto Massimo Cotto, anni e anni di radio per la quale abbandonò una promettente carriera nella pallacanestro come ci rivela nella nostra videointervista, la maggior parte in Rai, ora tra i conduttori di Virgin Radio, autore e conduttore televisivo. Coach per le arti visive Arturo Sepe, attore avvezzo ai ruoli da ‘cattivo’, da Gomorra a Chronicles, che proprio attraverso la nostra videocamera lancia un simpatico appello per virare su un personaggio romantico…

I casting della prima edizione del Rumore Bim Festival, che proseguiranno in tutta Italia e dove possibile anche in alcune città europee, sono partiti dal Castello Miramare di Maccarese, sul litorale romano, dove è stata anche presentata l’iniziativa alla presenza del Direttore Artistico Roberto Vecchi e degli organizzatori del Festival Nazzareno Nazziconi, Patron della manifestazione e fondatore Anteros, Stephany Falasconi, Direttore Esecutivo, Giuseppe Sturiano, Direttore Tecnico e Paolo Borghesi, Presidente di Fondazione Verdeblu. E Filippo Giorgetti, sindaco di Bellaria-Igea Marina, cittadina che intitolerà il suo nuovo lungomare a Raffaella Carrà che lì ha trascorso la sua infanzia, dove dal 26 al 29 ottobre 2022 si terranno le semifinali e il 30 ottobre la Finalissima al Palacongressi. 

C’erano anche il Presidente AFI Sergio Cerruti, il talent scout Maurizio Caridi, già Presidente dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Maurizio Martellini e Pierpaolo Guerrini di PPG STUDIOS, Marco Ponticiello, area manager centro Italia Msc Crociere, tra gli sponsor del Festival, l’imprenditore e produttore teatrale e cinematografico Mauro Atturo che, come i promotori di Rumore BIM Festival, crede che il talento, la passione e la formazione, siano elementi che vanno coltivati e supportati sia in ambito artistico che professionale, mettendo al centro lo human value.

Le selezioni del contest proseguiranno toccando le principali città della penisola da nord a sud e dove possibile, anche il resto d’Europa. Tutte le date prossimamente su www.italiastagetour.it. Tra gli altri coach della manifestazione ci saranno per il canto Cheope, pseudonimo di Alfredo Rapetti Mogol, Federica Abbate, Giuseppe Anastasi, Lighea, David Pironaci; mentre per le Arti Varie ci saranno, Pietro Adragna e tanti altri ancora. In palio, premi differenziati a seconda delle categorie. Media partner ufficiale del Rumore Bim Festival  Rai Radio Tutta Italiana.

Le nostre videointerviste a Maria Grazia Cucinotta, Samuel Peron, Enzo Paolo Turchi, Massimo Cotto, Arturo Sepe: