Romics 2019 con Willem Dafoe, Cristina D’Avena e Batman

Torna alla Fiera di Roma dal 4 al 7 aprile il grande e colorato appuntamento con Romics, il festival del fumetto, l’animazione, i games, il cinema e l’entertainment giunto alla 24esima edizione che vede ancora grandi ospiti, a cominciare da Willem Dafoe che sabato 6 aprile riceve il Romics d’Oro che in questa edizione va anche a Reki Kawahara, Ryan Ottley, all’italiano Alessandro Bilotta e a George Hull, tutti ad alternarsi sul palco a raccontare carriera e opere. Partono poi dal Romics le celebrazioni mondiali dell’80mo Anniversario di Batman, con Warner Bros. Entertainment Italia, DC Comics, RW Edizioni e Romics che ospitano nel Movie Village una mostra di tavole originali realizzate da artisti internazionali e italiani, statue ufficiali, omaggi d’autore, istallazioni e contenuti transmediali dedicati a l’uomo pipistrello comparso per la prima volta sulla rivista Detective Comics #27 il 30 marzo del 1939.

Il Movie Village del Romics è anche teatro interattivo di approfondimento sulle uscite più attese della primavera e dell’estate, con anteprime e incontri speciali su film e serie ispirate a fumetti, romanzi, giochi e videogames, due dei quali riguardano il tema del doppiaggio e del lavoro dell’attore con la voce: in collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia e in occasione dell’uscita dell’ottava e ultima stagione del Trono di Spade in onda su Sky Atlantic, un panel celebra con le voci italiane storiche della serie e proietta l’episodio preferito della serie votato dal web. Un evento è dedicato ai Queen e alla recente pellicola Premio Oscar Bohemian Rapsody con le voci italiane dei Queen in un incontro che chiuderà lo #StompForQueen, campagna social mondiale creata da Fox per la Fondazione Mercury Phoenix Trust per la lotta contro l’AIDS, fondata in memoria di Freddie Mercury, e c’è anche la proiezione del film in Blu-ray con contenuti extra inediti. In collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia inoltre, saranno presenti installazioni dedicate a Shazam! appena uscito in sala con protagonista Zachary Levi, e l’attesissimo Pokémon in sala dal 9 maggio. Infinity, in collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia porta a Romics, direttamente dagli Studios americani, la replica del salotto di The Big Bang Theory. Alla presenza di regista e del cast sarà inoltre presentata l’opera prima di Phaim Bhuyan, Bangla, in sala dal 16 maggio, una commedia romantica ai tempi degli italiani di seconda generazione, prodotta da Fandango e Tim Vision. Tra le anteprime: i primi due episodi di Miracle Workers (Infinity) la serie con Steve Buscemi nei panni di Dio e Daniel Radcliffe in quelli di un angelo, e 5 cm al secondo, in collaborazione con Dynit e Nexo Digital, il capolavoro che ha consacrato al grande pubblico il Maestro Makoto Shinkai.

E tornando all’arte della voce, immancabile anche in questa edizione del Romics il Gran Galà del Doppiaggio giunto alla 16esima edizione con i Premi alla Carriera, Graziella Polesinanti, Carlo Reali, Chiara Oliviero, Michele Gammino, Oreste Baldini, Elena Masini, Mario Frezza e, per le vocine del futuro, Alessandro Carloni, Lucrezia Roma e Lorenzo Virgilio. In 4 chiacchiere con sarà Alex Polidori ad essere il protagonista del talk condotto dal frontman dei Raggi Fotonici Mirko Fabbreschi nel quale si ripercorrerà la carriera dell’enfant prodige del doppiaggio italiano. E per la musica torna a Romics Cristina d’Avena a celebrare il successo del suo ultimo album  Duets Forever – Tutti Cantano Cristina.

A ancora una mostra e un incontro con il pubblico anche per il fumettista Disney Giorgio Cavazzano con la prima mostra dell’artista veneziano; un omaggio a Cesare Zavattini, autore del primo vero fumetto di fantascienza italiano nel 1936: Saturno contro la Terra, trasformato in video; un’esposizione dedicata alle Macchine volanti e universi immaginari di George Hull creati dall’artista per Guardiani della Galassia Vol. 2, Cloud Atlas, Blade Runner 2049, The Matrix: Reloaded, Star Wars Episode VIII, Transformers: Dark of the Moon e il nuovo Godzilla: King of the Monsters, presentati per la prima volta in Europa. Roma Distopica, la mostra degli allievi del corso di fumetto triennale della Scuola Romana dei Fumetti, ideata e curata da Massimo Rotundo (TEX, Romics d’Oro 2018), in collaborazione con i docenti Mauro De Luca (Soleil) e Carlo Labieni (storyboard artist) che darà vita ad un unico grande dipinto, di oltre 10 metri, raffigurante l’immagine di una possibile Roma di un impossibile futuro. Incontro con il pubblico anche per la scrittrice cult Licia Troisi. Programma e dettagli su Romics.it