Renzo Arbore omaggia Boncompagni con No non è la BBC

Non sarà una commemorazione e quindi una cosa triste, bensì uno show tutto da ridere e sorridere questo No non è la BBC, programma con cui Renzo Arbore, che ha appena concluso la sua ennesima tournée con l’Orchestra Italiana, rende omaggio al suo collega e amico di sempre Gianni Boncompagni scomparso due anni fa, regista, autore, creatore di programmi radiofonici e televisivi che hanno fatto la storia, da Bandiera gialla – che ad ottobre del 2015 li portò entrambi insieme all’Università in occasione del cinquantenario del programmaad Alto gradimento per parlare di radio, mentre per riferirsi al piccolo schermo basta citare Discoring, Pronto Raffaella?, Domenica in e Non è la Rai, quattro fortunate edizioni su Canale 5 dal 1991 al 1995 dalle quali hanno spiccato il volo, tra le altre, Ambra Angiolini, Claudia Gerini, Sabrina Impacciatore, Lucia Ocone. E ci saranno anche loro giovedì 26 settembre alle 21.05 su Rai 2 a ricordare Gianni Boncompagni cui devono in qualche modo la loro carriera, assieme a Raffaella Carrà, di lui compagna nella vita e nel lavoro, Giancarlo Magalli, Fabio Fazio e Piero Chiambretti che con Boncompagni portò in TV Chiambretti c’è. No non è la BBC sarà quindi uno show allegro e divertente, tre ore di durata per ripercorrere le tappe essenziali della strada tracciata dal genio di Boncompagni assieme a quello di Renzo Arbore, tra innovazione e improvvisazione. Una collaborazione e un’amicizia la loro sbocciata proprio in Rai in occasione di un esame per “maestri programmatori di musica alla radio”: loro maestri già lo erano, dovevano soltanto dimostrarlo. No non è la BBC è stato presentato questa mattina ai Mercati di Traiano, ai Fori Imperiali romani, nell’ambito del 71esimo Prix Italia, e a margine della conferenza stampa abbiamo scambiato due chiacchiere in video con l’ideatore e conduttore, ecco dunque la nostra videointervista a Renzo Arbore:

tempus porta. mi, consectetur ipsum vel, sed non ut felis suscipit