Rendez Vous, torna il Festival del nuovo cinema francese. Apre Mister Chocolat, madrina Chiara Mastroianni

Torna l’appuntamento con il meglio del nuovo cinema francese: al via mercoledì 6 aprile  Rendez Vous, sesta edizione del Festival dedicato ai film d’oltralpe più freschi e interessanti che si svolgerà fino all’11 aprile a Roma tra proiezio ni, ospiti, incontri e masterclass, per poi continuare fino all’8 maggio con focus e invitati speciali tra Bologna, Palermo, Torino, Napoli, Bergamo, Firenze, Lecce e Milano. Madrina della manifestazione Chiara Mastroianni ad inaugurare la rassegna con una masterclass alla Casa del Cinema assieme al regista Benoit Jacquot a margine della proiezione di 3 coeurs che li vede rispettivamente regista e protagonista.

Primo ospite di Rendez Vous è Roschdy Zem con il film d’apertura Mister Chocolat, con Omar Sye e James Thierrée, un tributo all’incredibile destino del primo artista nero di Francia nella Parigi della Belle Époque. E poi Eva Husson, Emmanuel Mouret, Virginie Efira, Benoit Delépine, Gustave Kervern, Philippe Faucon, Philippe Le Guay, Dominik Moll, Christian Carion. Per i talenti emergenti troviamo Bang Gang, opera prima di Éva Husson, film scandalo di Cannes 2015 da cui arriva anche Maryland di Alice Winocour, la regista di Augustine. In anteprima italiana Un debut prometteur di Emma Luchini. Opera prima anche per l’attore e comico di origine iraniana Kheiron che presenta Nous Trois Ou Rien. Per i grandi autori citiamo l’anteprima italiana di Saint Amour di Gustave Kervern e Benoît Delépine con Gérard Depardieu e Benoît Poelvoorde. E Michel Gondry con Microb et gasoil, inno all’amicizia, all’infanzia e alla libertà. L’11 aprile per lo Speciale cinema ritrovato sarà Carlo Verdone a presentare Ascenseur pour l’échafaud – Ascensore per il patibolo di Louis Malle, nella versione restaurata da Gaumont presso i Laboratoires Éclair.

Rendez Vous è un’iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, realizzata dall’Institut français Italia con il sostegno di Unifrance e la collaborazione del Centre Saint-Louis e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici.