Pellicola d’Oro: videointerviste a Aurora Giovinazzo, Claudia Gerini, Valeria Fabrizi, Milena Vukotic e Elisabetta Pellini, Leo Gullotta e Pingitore, Vanzina

Il mondo del cinema, quello davanti e quello dietro alla macchina da presa, è tornato ad incontrarsi dandosi un nuovo appuntamento ieri sera al Teatro Ettore Scola de la Casa del Cinema di Roma per la XII edizione del Premio La Pellicola D’Oro, promosso ed organizzato dall’Associazione Culturale Articolo 9 Cultura & Spettacolo e dalla Sas Cinema di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis, ideatore dell’evento. La Pellicola d’Oro, la cui cerimonia di consegna è stata condotta ancora una volta da Sabina Stilo, è il primo premio in Europa a riconoscere i mestieri e l’artigianato del cinema, premiando dunque le maestranze senza le quali nessun film, nessuna serie, nessuna opera potrebbe prendere vita. 

La Pellicola d’Oro è dunque un riconoscimento che vuole portare alla ribalta quei mestieri che hanno un ruolo fondamentale per la realizzazione di un film, i cui nomi leggiamo, di solito distrattamente, nei titoli di coda: dal macchinista alla sarta di scena, dagli effetti speciali agli Stuntman, dalle sartorie cine-teatrali ai costruttori di scene. Accanto a questi riconoscimenti, non mancano però premi speciali che vengono assegnati ad altri artisti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera.

Premi speciali de La Pellicola D’Oro 2022 alle Attività Artistiche sono andati quest’anno alle attrici Valeria Fabrizi, già sul set della nuova stagione di Che Dio ci aiuti, e Claudia Gerini, che ha appena esordito come regista con Tapirulàn, e allo sceneggiatore e produttore Enrico Vanzina. A Ninetto Davoli è andato il Premio all’attività artistica per l’anno pasoliniano, a Matilde Bernabei quello per l’Attività Produttiva per 30anni di attività con la LUX Vide.

Premiate, anche se non presenti alla cerimonia, Alba Rohrwacher come Miglior Attrice nel film Lacci di Daniele Luchetti, Serena Rossi come miglior attrice di fiction per Mina Settembre, Marco Giallini come miglior attore di cinema per Io sono Babbo Natale di Edoardo Falcone, e Alessandro Gassmann come miglior attore di fiction per Un Professore di Alessandro D’Alatri. Ad Aurora Giovinazzo il premio del La Pellicola D’Oro 2022 come miglior attrice di cinema per il suo ruolo di Matilde in Freaks Out di Gabriele Mainetti che è anche il Miglior Film Tecnico votato dalla Giuria Giovani.

Tantissimi anche gli ospiti presenti. Milena Vukotic è arrivata con Elisabetta Pellini, regista dell’episodio L’Amore nonostante tutto del film collettivo SelfieMania di cui la Pellini è ideatrice, episodio che vede la Vukotic protagonista, accanto ad Andre Roncato, nel ruolo di Letizia, una donna di 75 anni affetta dalla mania dei selfie; Leo Gullotta felicissimo di incontrare Pier Francesco Pingitore con cui ha condiviso anni e anni del celebre Bagaglino; Mario Autore e Domenico Pinelli, giovani protagonisti de I fratelli De Filippo di Sergio Rubini; Maria Rosaria Omaggio; e molti altri.

E prima delle nostre videointerviste, tutti gli altri premi de La Pellicola D’Oro 2022: Premio Speciale all’Editoria a Gianni Celata, Silvano Pasqualetti; Miglior Effetti Speciali: Maurizio CORRIDORI – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Massimo CIARAGLIA – Leonardo Big Light di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Capo Elettricista: Fabio CAPOZZI – Mondo cane di Alessandro Celli e Maurizio De Pol – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Direttore di Produzione: Fabio LOMBARDELLI – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Simone Cialoni – A casa tutti bene di Gabriele Muccino;  Miglior Capo Macchinista: Sandro FABBRIANI – Qui rido io di Mario Martone e Gigi Rocchetti – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Storyboard Artist: Marco Valerio Gallo – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Davide Orlandelli – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Attrezzista di scena: Roberto Benetti – Qui rido io di Mario Martone e Riccardo Passanisi – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet.

E ancora: Miglior Sartoria Cineteatrale: Costume D’arte – Qui rido io di Mario Martone e Annamode – Storie di una famiglia perbene di Stefano Reali; Miglior Sarta di Scena: Alessia Caccialupi – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Stefania Fabrizi – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Operatore di Macchina: Matteo Carlesimo – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Giovanni Gebbia – A casa tutti bene di Gabriele Muccino; Miglior Maestro D’armi: Emiliano Novelli – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Alessandro Novelli – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Capo Costruttore: Roberto Laurenzi – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Corrado Parisi – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet; Miglior Creatore Effetti sonori: Mirko Perri – Emiliano Novelli – Freaks Out di Gabriele Mainetti e Marco Giacomelli – Leonardo di Dan Percival e Alexis Sweet. Ed ecco le nostre videointerviste a Aurora Giovinazzo, Valeria Fabrizi, Claudia Gerini, Milena Vukotic e Elisabetta Pellini, Leo Gullotta e Pier Francesco Pingitore, Enrico Vanzina:

Le foto sono di Angelo Costanzo