Paddington 2, videointervista a Francesco Mandelli

Non basta essere buoni e gentili e rispettare tutti le regole e i consigli di Zia Lucy perché tutto nella vita vada dritto. La sfortuna, e soprattutto il cattivo di turno, sono sempre in agguato. E così accade anche a Paddington di finire nei guai, guai che stavolta sono a strisce come le divise dei detenuti… Torna sul grande schermo l’orsetto più amato del cinema, nato nel 1958 dalla fantasia e dalla penna di Michael Bond, scomparso lo scorso giugno a 91 anni proprio mentre si stava girando il film tratto dal suo ultimo libro, film che è Paddington 2 e che arriva nelle nostre sale giovedì 9 novembre con Eagle Pictures, sempre diretto da Paul King. Orsetto con il montgomery azzurro e il cappellone rosso, che va pazzo per i panini alla marmellata d’arance e che avevamo lasciato felice e contento, dopo essere scampato all’imbalsamazione voluta da tal Millicent, interpretata niente meno che da Nicole Kidman, e amato da tutto il quartiere londinese di Windsow Gardens, a vivere nella mansarda dell’amorevole famiglia Brown composta da Mr. Brown (Hugh Bonneville), Mrs. Brown (la Sally Hawkins di The Shape of Waters, Leone d’Oro a Venezia), Miss Bird (Julie Walters), Mr. Gruber (Jim Broadbent), Mr. Curry (Peter Capaldi) e Judy e Jonathan (Madeleine Harris e Samuel Joslin).E invece niente: in Paddington 2 il piccolo eroe peloso se la dovrà vedere con un ex attore frustrato, trasformista e megalomane interpretato da un esilarante Hugh Grant che cercherà persino di ucciderlo, prima però lo fa arrestare al suo posto per un furto che non ha commesso. Tutto perché il compleanno di zia Lucy – l’orsa che lo ha cresciuto in Perù dov’è nato, dopo averlo salvato da cucciolo da un fiume in piena assieme allo zio Pastuzo – si avvicina, e Paddington vuole farle un regalo speciale: un libro pop-up su Londra che però, a quanto pare, è più prezioso di quanto possa immaginare. “Paddington è un personaggio così positivo che sarebbe potuto risultare emotivamente soddisfacente vederlo cadere in preda ad un’ingiustizia” dice quasi cinicamente il regista del film. Ma niente paura: il nostro saprà farsi amici anche i compagni di prigione, e se la caverà pure questa volta. A doppiarlo in italiano anche in Paddington 2 è Francesco Mandelli, ed ecco la nostra videointervista a Francesco Mandelli e a Paddington in pelo e ossa: