Outcast, la nuova serie di Robert Kirkman che fa paura. Videointervista a Patrick Fugit

Grande premiere a Roma per Outcast, (qui la videosintesi dell’evento di ieri sera), la nuova serie firmata Robert Kirkman, l’autore di The Walking Dead, anche questa tratta dai suoi fumetti illustrati da Paul Azaceta, peraltro prima produzione originale Fox. In Italia la vedremo dal 6 giugno, a soli tre giorni dalla messa in onda americana, per 10 terrificanti episodi. Siamo a Rome, una cittadina immaginaria dallo strano nome che ricorda la nostra capitale, e che si trova in Virginia. Inquietanti casi di possessioni demoniache si verificano lì da tempo e hanno sempre, in qualche modo, un denominatore comune che si chiama Kyle Barnes, un ragazzo peraltro tranquillo e altruista costretto ad isolarsi dal mondo dopo che il Demonio, o chi per lui, aveva preso prima il controllo di sua madre che lo rinchiudeva con violenza in un minuscolo sgabuzzino, poi di sua moglie che si accaniva urlando sulla loro figlioletta e lui per salvarla si è praticamente rovinato la vita, e ora che è tornato in città pure di un ragazzino che comincia con il mangiarsi con gusto una grossa blatta dopo averla schiacciata sul muro con la testa e poi anche le proprie dita, prima di levitare sul letto, ruggire e tirare calci degni di un mulo con i superpoteri, proprio come accadeva alla povera piccola Regan ne L’esorcista, storico film del 1973 diretto da William Friedkin. Ad aiutare il piccolo indemoniato accorre il reverendo Anderson che a sua volta si fa aiutare, con discreto successo bisogna ammettere, dallo stesso Kyle che fortunatamente ha un’amorevolissima sorellastra che ogni tanto lo costringe a farsi una doccia e ad uscire di casa. Questo più o meno quanto accade nel primo episodio di Outcast del quale, per ora, non vogliamo svelarvi oltre, se non il cast eccezionale più che noto soprattutto agli amanti dei serial composto da Philip Glenister (Life on Mars, Mad dogs), Wrenn Schmidt (Boardwalk Empire, The Americans, Tyrant, Blu Bloods, Body of Proof), Reg E. Cathey (House of Cards, I fantastici 4, Star Treck: the next generation), Kate Lyn Sheil (House of Cards, The Girlfriend experience) e nel ruolo del protagonista Patrick Fugit (Almost famous, Gone girl). Ed ecco la nostra videointervista a Patrick Fugit:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.